Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Grasso: “Chinnici un modello, gli dobbiamo molto”

Cosi' il presidente del Senato Pietro Grasso, su facebook, ricorda Rocco Chinnici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

chinnici1ROMA – “Lo conobbi nel 1972, quando ottenni il trasferimento da Barrafranca alla Procura di Palermo. Avevo 27 anni: per me, come per tante altre “matricole”, Rocco Chinnici era un modello, un punto di riferimento tanto sotto il profilo professionale quanto su quello umano.

Il 29 luglio del 1983 la mafia fece esplodere un’autobomba mentre usciva di casa: insieme a lui, quel giorno, rimasero uccisi il carabinieri Mario Trapassi, il brigadiere Salvatore Bartolotta e il portiere dello stabile Stefano Li Sacchi”.

Cosi’ il presidente del Senato Pietro Grasso, su facebook, ricorda Rocco Chinnici. “Poche settimane prima, a fine maggio, io e Chinnici andammo insieme a Rebibbia per svolgere diversi interrogatori nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio di Piersanti Mattarella. Fu l’ultima volta- aggiunge Grasso- in cui ebbi modo di parlarci a lungo: ci confrontammo su quella difficile indagine e sulla pericolosità della mafia per la Sicilia e per il Paese. A Rocco Chinnici dobbiamo moltissimo: fu lui, ad esempio, a creare i presupposti del pool antimafia. Credeva nel lavoro di squadra, aveva capito che condividere le informazioni e assicurare un buon coordinamento alle indagini avrebbe rappresentato un enorme vantaggio nella lotta alla mafia. Oggi lo ricordo con un pensiero pieno di gratitudine e affetto”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»