Io sto con #christianrosso. Cittadini e Esposito chiedono ad Atac la revoca della sospensione

Ha preso una brutta piega la vicenda dell'autista dell'Atac autore di un video diventato virale sul web nel
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ha preso una brutta piega la vicenda dell’autista dell’Atac autore di un video diventato virale sul web nel quale spiegava le “vere ragioni” del cattivo stato del servizio pubblico delle ultime settimane. Ad annunciarlo l’autista stesso:  “Atac mi ha sospeso a tempo indeterminato perché ho pubblicato in un video i veri motivi per cui gli autobus non passano: perché -ha ribadito Rosso -non ci sono mezzi per circolare, non per colpa dei lavoratori”.

Gli autisti già riuniti in Campidoglio per protestare contro la proposta di privatizzare l’azienda del trasporto pubblico romano, hanno colto l’occasione anche per esprimere la loro solidarietà per il collega sospeso, mentre sui social già circola l’hastag ‘io sto con #christianrosso‘, dove impazza il dibattito tra sostenitori e oppositori del gesto.

twitter christian rossoLa rabbia dei presenti all’annuncio si è poi trasformata in gioia quando in piazza è giunta la notizia che il neo assessore ai Trasporti capitolino, Stefano Esposito, avrebbe chiesto all’azienda di revocare la sospensione a tempo indeterminato, perché questa scelta “non mi convince”.  Per questo, ha spiegato l’assessore, “ho telefonato all’Ad di Atac e gli ho voluto esprimere direttamente la mia opinione, chiedendogli di valutare” una decisione diversa perché “stiamo cercando di ripristinare un clima più sereno” nelle relazioni sindacali.

Di Mirko Gabriele Narducci – Giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»