La CE approva Eusalp. Il Friuli è parte della macro regione alpina

Il Friuli Venezia Giulia sarà uno dei territori compresi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

eusalpIl Friuli Venezia Giulia sarà uno dei territori compresi da Eusalp, il piano lanciato per la macro regione alpina che comprende 7 paesi europei (Italia, Austria, Francia, Germania, Slovenia, Lichtenstein e Svizzera), che la Commissione europea ha definitivamente approvato, assieme al relativo Piano d’azione. Soddisfatta la Presidente della Regione Debora Serracchiani, annunciando che, nei mesi a seguire, “metteremo in campo ogni iniziativa volta a dare implementazione al Piano di azione Eusalp di concerto con le altre Regioni italiane ed europee oltre che con le rispettive autorità nazionali”.

Serracchiani ha proseguito ricordando che questo è il quarto approccio macroregionale a livello europeo, che segue quelli già istituiti per le Regioni rispettivamente del Mar Baltico, Danubiana e Adriatico-ionica. Interessando oltre 70 milioni di abitanti appartenenti ai 7 Paesi coinvolti, Eusalp è un progetto che rappresenta “una risposta concreta fortemente sostenuta dai territori delle 48 Regioni interessate, per rafforzare e rendere maggiormente equilibrato e sostenibile lo sviluppo di una grande area nel cuore dell’Europa“.

L’obiettivo sarà perseguito attraverso la messa in atto di misure su quattro ambiti prioritari: la crescita economica e l’innovazione, la connettività e mobilità, l’ambiente e l’energia, e infine il modello di governance efficace per migliorare la cooperazione.

Ultimo passo, l’approvazione della strategia Eusalp da parte del Consiglio europeo. “La Regione- ha proseguito- ha assicurato anche il proprio apporto nell’ambito di ricerca e innovazione, dello sviluppo economico anche per le produzioni tipiche locali,  e dei sistemi di trasporto merci e passeggeri, per preservare e valorizzare il ricco patrimonio naturale e culturale”, ha concluso Serracchiani.

Di Redazione

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»