Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Da Zucchero a De Gregori, Ferrara Summer Festival torna con maxipalco e 1900 spettatori

zucchero_fornaciari_ph_fb
A esibirsi una ventina di artisti e band del calibro di Subsonica, Fiorella Mannoia, Antonello Venditti, Umberto Tozzi e Max Pezzali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FERRARA – Una ventina di artisti e band del calibro di Zucchero, Subsonica, Fiorella Mannoia, Antonello Venditti, Umberto Tozzi, Francesco De Gregori e Max Pezzali, prevendite “già al 90% sui maggiori concerti, un centinaio di aziende coinvolte, un maxipalco da 18 metri di larghezza per 12 di altezza, capienza portata dai 1.800 (del 2020) ai 1.900 partecipanti di quest’anno e nuovi software per tracciabilità, sicurezza e servizi”. Con queste premesse, e con la grande novità del concerto del 18 luglio di Zucchero -che ha scelto proprio Ferrara per una delle tre date italiane del suo tour europeo- il Ferrara Summer Festival si prepara alla partenza, in programma giovedì.

Nomi e numeri, quelli dell’edizione 2021 della rassegna, che fanno ovviamente sorridere il sindaco Alan Fabbri, convinto che “quest’anno il Ferrara Summer Festival ci farà assaporare il ritorno alla normalità, in sicurezza, sognando un’edizione 2022 senza distanziamenti”. Fabbri, nel ringraziare l’associazione organizzatrice Butterfly, Prefettura e Questura “per la grande collaborazione” e tutti i partner, tiene a dedicare il festival “ai professionisti e a tutti i lavoratori dello spettacolo, particolarmente colpiti da chiusure e restrizioni e troppo spesso dimenticati”, e sottolinea che il Festival “non è solo grande spettacolo e occasione di straordinaria attrattività per la città, è un volano per le attività del territorio, per il lavoro e per l’indotto”. E che la strada tracciata “l’anno scorso con artisti come Nek, Elisa e Mario Biondi, con la collaborazione con le istituzioni e con la sinergia tra pubblico e privato” fosse quella giusta, chiosa Fabio Marzola di Butterfly, è dimostrato dal fatto che nel 2020 “siamo riusciti a ottenere menzioni tra gli eventi più significativi a livello nazionale, tanto che quest’anno siamo stati direttamente contattati da diverse agenzie: tanti grandi artisti tenevano a esibirsi a Ferrara”.

FERRARA SUMMER FESTIVAL, LE NOVITÀ DELL’EDIZIONE 2021

Diverse, ricorda poi il Comune, le novità previste quest’anno. In primis “il pubblico, rigorosamente seduto, potrà ordinare cibi e bevande con un qr code dal proprio smartphone“, fermo restando che nelle serate degli spettacoli “la vendita per asporto di bevande di qualunque genere in recipienti metallici o di vetro sarà vietata dalle 18 all’una“. Inoltre “una chitarra sarà il ‘guestbook’ della stagione: tutti gli artisti la firmeranno e lo strumento sarà poi messo all’asta per beneficenza“.

Non mancano, poi, le convenzioni “con Ferrara Arte (a tutti coloro che acquistano un biglietto per il Ferrara Summer Festival sarà applicato uno sconto del 50% sul costo del biglietto intero di accesso a Palazzo Schifanoia-Civico Lapidario, Castello Estense, Palazzina Marfisa d’Este, Museo della Cattedrale, Padiglione d’arte contemporanea, Ascom (scontistica in alcuni negozi aderenti), con la libreria ‘Libraccio’ (sconto del 5% sui libri e del 10% su cd e lp per chi si presenta con la prenotazione di uno spettacolo), Hera e Meis (il pubblico che porterà alla stazione ecologica di via Caretti i rifiuti urbani definiti pericolosi e che, se dispersi nell’ambiente, possono causare gravi danni, potrà aggiudicarsi due ingressi gratuiti al concerto di Fiorella Mannoia o di Umberto Tozzi, o ingressi per visitare la mostra ‘Mazal tov’) e Radio Bruno, che realizzerà uno speciale concorso musicale”. Le prenotazioni si possono fare sul circuito TicketOne, e per tutte le informazioni si può consultare il sito www.ferrarasummerfestival.it.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»