hamburger menu

Morto un giovane schiacciato dal trattore a Greve, nel Chianti

Si tratta del secondo incidente mortale sul lavoro nella città in provincia di Firenze. La Cgil: "Una strage che va fermata"

29-06-2021 16:04
trattore-agricoltura
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

FIRENZE – Un giovane di 24 anni è morto oggi a Greve in Chianti (Firenze) schiacciato dal trattore col quale stava lavorando. Si tratta del secondo incidente mortale sul lavoro a Greve, dopo quello capitato a un uomo di 59 anni. Immediata la reazione del sindacato e della Regione.

La segretaria generale di Cgil Toscana, Dalida Angelini, parla di “strage che va fermata. Alla fine di aprile erano già stati 19 i morti sul lavoro, quattro in più rispetto al 2020, ma a maggio e a giugno ce ne sono stati altri oltre a questi ultimi. Si passi dalle parole ai fatti, si investa in sicurezza, in formazione, si aumentino i controlli. Non mancano le leggi, vanno fatte rispettare“. Nel caso specifico dei campi agricoli “si renda cogente- aggiunge Angelini- il dovere operare con trattori sicuri con archi di protezione montati e relative cinture di sicurezza ventrali”.

Cordoglio anche da palazzo Strozzi Sacrati per voce della vicegovernatrice della Toscana, Stefania Saccardi, che parla di “perdita intollerabile. Prima di ogni altra considerazione voglio esprimere la mia vicinanza alla famiglia del giovane lavoratore. È la seconda vittima in una settimana. Un bilancio drammatico di fronte al quale ogni parola suona inadeguata, ma non bisogna arrendersi e ribadisco l’importanza fondamentale della formazione nell’uso delle macchine agricole e soprattutto che non arretriamo dal nostro impegno per garantire la sicurezza di chi lavora”. Proprio ieri, ricorda in proposito Saccardi, “la commissione europea ha indicato l’attività di prevenzione sulle malattie e gli incidenti sul lavoro come uno dei suoi obiettivi per i prossimi anni: deve essere per tutti una battaglia di civiltà a tutela della vita e della dignità del lavoro”.

LEGGI ANCHE: Giani: “Variante Delta in Toscana? La affrontiamo con i vaccini”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2021-06-29T16:04:51+02:00