VIDEO | Universiadi 2019, ecco il villaggio degli atleti a Napoli

Taglio del nastro alla Stazione Marittima del porto di Napoli, dove sono ormeggiate le due navi da crociera, la Msc Lirica e Costa Victoria, che accoglieranno 4 mila atleti e delegati di 129 Paesi diversi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Quella del villaggio è stata una scelta sofferta, ma ora le navi sono qui e le Universiadi iniziano. La città di Napoli è pronta, gli impianti sono ultimati, gli enti collaborano. C’è un piano traffico per far arrivare gli atleti in breve tempo agli impianti e il Viminale è in campo a garanzia della sicurezza con un grande impegno delle forze dell’ordine”. A sottolinearlo è Gianluca Basile, commissario delle Universiadi 2019, a bordo di Msc Lirica e Costa Victoria, le due navi che da ieri sono ormeggiate nel porto di Napoli per accogliere 4 mila atleti e delegati di 129 Paesi diversi che parteciperanno ai Giochi al via il 3 luglio.

Entrambe le navi metteranno a disposizione degli ospiti tutte le attrezzature per allenarsi, ma anche servizi confortevoli per rilassarsi tra una gara e l’altra a un passo dal centro città.

Sulle due navi saliranno 2114 persone provenienti da 71 Paesi sulla Msc Lirica e 1888, provenienti da 38 Paesi, sulla Costa Victoria. Il personale di bordo, circa 700 membri dell’equipaggio per ciascuna nave, è stato addestrato con specifica formazione per il sostegno agli atleti e il rispetto delle indicazioni date da Fisu.

Il taglio del nastro nel piazzale Razzi della Stazione Marittima, preceduto da alcune esibizioni sul palco allestito per l’occasione, ha sancito l’apertura ufficiale del Villaggio Atleti di Napoli. Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco del capoluogo campano, Luigi de Magistris, ed il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

29 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»