Migranti, Salvini a Conte: “Serve dura risposta a critiche Onu”

Il ministro dell'interno chiede al premier di rispondere duramente alle critiche espresse dall'Onu a metà maggio a proposito del decreto sicurezza bis
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Matteo Salvini chiede a Giuseppe Conte “una dura presa di posizione del governo che stigmatizza l’operato dei Rapporteurs” dell’Onu e contestualmente una “risposta volta ribadire con forza la linea strategica assunta nella politica migratoria” dell’Italia. E’ quanto si legge in una lettera inviata dal ministro dell’Interno al presidente del Consiglio e per conoscenza al titolare della Farnesina Enzo Moavero. Salvini prende di mira le critiche diffuse dagli osservatori delle Nazioni Unite “dello scorso 15 maggio”, quando “sono stati mossi una serie di pesanti rilievi sotto il profilo di un’asserita violazione dei diritti umani a carico delle due direttive da me emanate in materia di coordinamento delle attività di sorveglianza delle frontiere marittime di contrasto all’immigrazione illegale”.

Non solo: “La pretestuosità l’inconferenza delle argomentazioni assunte nella nota sono rese ulteriormente biasimevoli dalla circostanza che in essa ci si spinge a muovere censure, in un momento politico particolarmente sensibile qual è quello immediatamente precedente a delicate consultazioni elettorali, persino nei confronti del testo del cosiddetto decreto sicurezza bis, all’epoca ancora in fase di elaborazione”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

29 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»