Governo, Renzi: “Un fronte ampio contro gli sfascisti istituzionali”

"Fiducia a Cottarelli? Decideranno i gruppi e la direzione"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le prossime elezioni sono una grandissima occasione. Da un lato gli sfascisti istituzionali dall’altro un fronte ampio guidato dal Pd ma che non sia solo il Pd. Anzi con gente che non ha apprezzato tutto cio’ che ha fatto il Pd”, dice Matteo Renzi a Radio Capital.

Ma un fronte ampio quanto, fino a Berlusconi? “Assolutamente no”.

RENZI E LA PROFEZIA DI D’ALEMA: DI MAIO E SALVINI NON VINCERANNO

“Ora M5s e Lega possono vincere con l’80 per cento, come dice D’Alema? Non sono per niente d’accordo. Intanto trovo immondo vergognoso l’attacco fatto a Sergio Mattarella”. L’ex premier spiega che “M5s e Lega per 85 giorni hanno preso in ostaggio l’Italia e non hanno combinato niente perche’ la marea delle promesse fatte era trovo alta per poter essere rispettata. Alla fine hanno avuto paura e si sono inventati l’alibi di Savona. Io non credo che vinceranno le prossime elezioni. Perche’ gli italiani non saranno carne da esperimento per i loro giochini. Quella profezia non si avverera’”.

“SALVINI E DI MAIO HANNO FREGATO RISPARMIATORI ITALIANI”

“Salvini e Di Maio hanno fregato i risparmiatori italiani. Quello che sta aspettando in Puglia il reddito di cittadinanza e’ stato fregato da Di Maio e Salvini. La famiglia del ceto medio con il mutuo e’ stata fregata da Di Maio e Salvini”. Renzi aggiunge: “Volevano andare a votare, non volevano governare. Mi sembra evidente”.

“UN GRANDISSIMO ABBRACCIO A QUELLI DI SINISTRA CHE HANNO VOTATO M5S”

Il Pd ha mangiato troppi pop corn? E’ stato troppo a guardare? Alla domanda di Massimo Giannini, Matteo Renzi risponde: “E’ sempre colpa del Pd? Il Pd ha perso le elezioni. Punto. Se vuoi rispettare il voto non puoi pensare che vai a governare. Vorrei anzi dare un abbraccio affettuoso a quelli del Pd che hanno votato M5s perche’ di sinistra. Meriterebbero un grandissimo abbraccio di solidarieta’. Ma di sinistra che?”

“STAVOLTA GIOCO DA MEDIANO, MI VA BENE TUTTO”

“Non ripartiamo con Renzi si’, Renzi no”, parlando del modo in cui il centrosinistra deve presentarsi alle prossime elezioni. “Io saro’ in campo a dare una mano. Se gioco mediano stavolta va bene lo stesso. Ho giocato centravanti alle europee e alle politiche. Adesso – dice – non mi interessa aprire una discussione su me, sul contenitore o sulle primarie. A me va bene qualsiasi tipo di soluzione. Io voglio giocare da mediano ma questa e’ una sfida pazzesca perche’ per la prima volta in 40 anni l’Italia va a votare dopo 4 mesi”.

“FIDUCIA A COTTARELLI? DECIDERANNO I GRUPPI E LA DIREZIONE”

“E’ giusto che il Pd voti la fiducia a Cottarelli? Decidera’ la direzione del Pd, i gruppi parlamentari”, risponde Matteo Renzi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»