A Bologna postina azzannata da un cane, ma non è un caso isolato

cane_aggressivo
A Baricella una donna è stata morsa da un pastore tedesco mentre consegnava la posta, a Bentivoglio un Amstaff si è scagliato contro un'anziana facendola cadere, e un Border collie ha staccato il lobo all'avventrice di un bar
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Pietro Tabarroni

BOLOGNA – Sembra una storiella da fumetto, invece è tutto vero: stavolta il cane ha davvero azzannato il postino. Anzi, una postina che si ritrova con 25 giorni di prognosi e un polpaccio malmesso dopo aver subito l’aggressione, avvenuta a Baricella in provincia di Bologna, di un pastore tedesco molto poco ‘accogliente’. La donna, avvicinatasi all’abitazione per consegnare la posta, è stata morsa dal cane che, stando a quanto ricostruito dai Carabinieri, avrebbe da solo aperto il cancellino d’ingresso, prima di azzannarla. Gli agenti hanno denunciato il padrone del cane, per lesioni personali colpose.

Destino simile a quello toccato ad una donna di Bentivoglio, denunciata perché il suo American staffordshire terrier si è scagliato, facendole perdere l’equilibrio, contro l’anziana signora che stava tentando di raggiungerlo, dopo aver notato l’animale che si aggirava da solo in mezzo alla strada. L’anziana è stata ricoverata per una frattura al femore, la cui guarigione è stata stimata dai medici in 39 giorni. A queste recenti aggressioni, poi, si somma quella comunicata dai Carabinieri di Bentivoglio il 13 aprile scorso, che è valsa una denuncia per lesioni a un uomo di 54 anni, padrone di un Border collie dalle inclinazioni pericolose. L’animale, che pare non abbia gradito le attenzioni della vittima, ha staccato il lobo dell’orecchio ad una donna, all’interno di un bar. Alla signora, che ha raccolto il lobo e si è precipitata all’ospedale per farselo riattaccare, sono stati prescritti 27 giorni di prognosi, mentre per il cane, dopo gli adeguati controlli sanitari, è stata raccomandata la museruola.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»