fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 29 aprile 2020

PIU’ SPAZIO ALLE REGIONI DAL 18 MAGGIO

Dopo il 18 maggio ci potranno essere situazioni differenziate a livello regionale. Lo conferma il ministro Francesco Boccia, nel corso di una riunione coi governatori. Ai presidenti Boccia manda tuttavia una raccomandazione: le normative regionali dovranno essere coerenti con quella nazionale, pena il rischio di una diffida. Nella maggioranza cresce il pressing sul governo affinche’ abbandoni lo strumento dei decreti della presidenza del consiglio nella gestione della crisi. “Il Parlamento deve discutere e votare”, dice il capogruppo Pd Graziano Delrio.

BOCCIATURA DI FITCH, GOVERNO: ITALIA SOLIDA

Governo e mercati in allarme dopo il declassamento di Fitch che ha bocciato il debito italiano, portando il giudizio sui titoli a un solo passo dalla definizione di junk, spazzatura. Sorpresi il Mef e la Banca d’Italia che nelle settimane scorse avevano incassato dalle altre agenzie, Standard and poor’s e Moody’s, un rating stabile anche se con rischi al ribasso, a due livelli dal minimo. Lo spread è risalito a 230 punti base ma i mercati restano cauti e sperano nell’intervento della Bce che si riunirà domani e potrebbe decidere di ampliare l’acquisto dei bond a quelli spazzatura. Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri assicura che i fondamentali italiano sono solidi.

ARCURI SFERZA LE REGIONI: HANNO 47 MILIONI DI MASCHERINE

Le Regioni hanno in dotazione nei loro depositi 47 milioni di mascherine. La rassicurazione arriva dal commissario per l’emergenza coronavirus Domenico Arcuri, che in audizione alla Camera promette la distribuzione di 12 milioni di mascherine al giorno a partire da lunedì, per poi arrivare a 24 milioni nel mese di agosto. Più che raddoppiati i posti in terapia intensiva, passati dai 5200 di febbraio agli oltre 9mila attuali. Sei volte in più quelli per le malattie infettive e le pneumologie. L’App Immuni, la cui disciplina va stasera in consiglio dei ministri, “rispetterà le norme di privacy e sicurezza”.

ARRIVA IL BONUS BICICLETTA, 200 EURO

Il governo studia il riconoscimento di un bonus da 200 euro per l’acquisto di biciclette. E’ una delle misure che accompagneranno la fase due, illustrata in aula alla camera dalla ministra Paola De Micheli. Potranno usufruirne i residenti nelle aree urbane con più di 60.000 abitanti per l’acquisto di bici anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini. Si potra’ utilizzare il bonus anche per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

29 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»