fbpx

Gli Uffizi sbarcano su Tik Tok, Schmidt: “Arte e autoironia”

ROMA – Gli Uffizi sbarcano sul piu’ giovane tra i grandi social, TikTok. Su questo canale, molto popolare tra i ragazzi (ma ultimamente in espansione anche tra i non giovanissimi), vengono postati brevissimi video, fino a 15 secondi, caratterizzati da un taglio scherzoso e ironico. 

Da oggi attivi sulla piattaforma (con il nome @uffizigalleries, usato anche su tutti gli altri social del museo), gli Uffizi hanno adottato in pieno questo approccio, inaugurando il nuovo canale con quattro clip che mettono in scena le opere d’arte delle Gallerie. Ne sono protagonisti alcuni pesi massimi delle collezioni come il Tondo Doni di Michelangelo Buonarroti, il doppio Ritratto dei duchi di Montefeltro di Piero della Francesca, la Maddalena di Tiziano e molti altri. Il primo video mostra il Cavaliere Pietro Secco Suardo, dipinto del ‘500 di Giovanni Battista Moroni, aggirarsi per i corridoi degli Uffizi in cerca di una festa. 

TikTok e’ l’ultimo capitolo del lancio degli Uffizi sui social: le Gallerie sono infatti presenti con un proprio profilo su Twitter, YouTube, Instagram (su cui hanno oltre 470mila follower, classificandosi tra i musei piu’ seguiti al mondo) e Facebook, dove, sbarcati all’indomani dell’inizio della quarantena, postando video delle opere e degli spazi museali, hanno in poco piu’ di un mese superato la soglia degli 1,9 milioni di visualizzazioni. 

“Cosi’ come un giornale non e’ completo senza la vignetta e la caricatura della prima pagina- commenta il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt- cosi’ anche un museo puo’ fare umorismo: serve ad avvicinare le opere a un pubblico diverso da quello cui si rivolge la critica ufficiale, ma anche a guardare le opere in modo diverso e scanzonato. In particolare, in un momento difficile come questo, e’ importante, ogni tanto, concedersi un sorriso e un po’ di autoironia. E se e’ possibile farlo grazie alla grande arte, ancora meglio”. 

Le Gallerie degli Uffizi rivolgono un ringraziamento particolare alla squadra interdipartimentale che ha reso possibile la loro presenza su TikTok, e inoltre a Francine Filie’, Daphne Falce e Davide Calabrese. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

29 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»