Maturità 2020, Azzolina: “Il 17 giugno iniziano gli esami, cambia il calcolo dei crediti”

"I ragazzi si presenteranno alla prova finale con un massimo di 60 crediti e potranno ottenerne ulteriori 40"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “L’esame di maturita’ si svolgera’ dal 17 giugno“. Lo ha confermato la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. “In tutti gli esami di Maturita’ fino ad oggi la somma dei crediti e’ sempre stata 40+60. I primi si calcolavano in base a quanto ottenuto durante l’anno, i secondi in base alle singole prove dell’esame. Quest’anno le cifre saranno invertite: i ragazzi si presenteranno alla prova finale con un massimo di 60 crediti e potranno ottenerne ulteriori 40”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE: La scuola riapre a settembre. Azzolina: “Esami di maturità in presenza e sostegno alle famiglie”

Scuola, la proposta di Italia Viva: “Petizione per mantenere la maturità in presenza”

AZZOLINA: “QUALE AUTORE AVREI PROPOSTO PER PRIMA PROVA? PIRANDELLO”

 “Se quest’anno fosse stato possibile svolgere la prima prova degli esami di maturita’ come autore avrei proposto Pirandello”.

AZZOLINA: “PER ESAMI TERZA MEDIA SOLO TESINA”

“Per l’esame di terza media faremo preparare una tesina, i ragazzi lavoreranno con i docenti per la consegna e poi ci sara’ lo scrutinio finale”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

29 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»