VIDEO | Come far lavare le mani ai bambini in modo divertente

Spiega tutto Sara Rocco, logopedista dell'Istituto di Ortofonologia (Ido)
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Non tutti i bambini sono contenti quando gli si ricorda di bere un altro bicchiere d’acqua, di lavarsi i denti prima di dormire, o tanto meno quando i genitori a tavola già imbandita chiedono prima di sedersi: “Ti sei lavato le mani?”. I piccoli possono sbuffare nel seguire pratiche igieniche imposte, ecco perché lo sportello ‘IdO con Voi’ illustra in un breve contenuto video, una modalità divertente e diversa per “rendere la pratica igienica del lavaggio delle mani, divertente e funzionale”. La illustra Sara Rocco, logopedista e psicomotricista dell’Istituto di Ortofonologia (IdO).

“Si apre l’acqua, si prende un po’ di sapone con cui si cominciano a strofinare le mani. Dopo averle strofinate adeguatamente aggiungiamo un goccino d’acqua, che poi andrà chiusa per evitare di sprecare un bene prezioso- spiega Rocco- Massaggiamo quindi le mani: sul dorso, sul palmo e intorno al polso, finché non comincerà a formarsi una schiuma soffice, bianca e morbida”. Se non si stesse formando la schiuma, consiglia la logopedista, “potete all’occorrenza ricorrere a un altro po’ di sapone, e si è pronti per fare la magia“. A questo punto “si chiude la mano come per creare un buco e ci si soffia dentro“, usando la sinistra come ‘sfondo’, “ed ecco che cominciano a crearsi delle grandi bolle. Per ottenere una bolla- spiega Rocco- occorre soffiare lentamente sulla mano, un soffio troppo forte, infatti, non permette alla bolla di crearsi”.

Questa è una delle tante attività dello sportello ‘IdO con Voi’, nell’ambito della task force del ministero dell’Istruzione, in collaborazione con la Società italiana di Pediatria (Sip). L’equipe multidisciplinare dell’IdO offre inoltre in questo periodo di emergenza, delle consulenze gratuite e mette a disposizione numerosi video tutorial per le famiglie di bambini e ragazzi affetti da disturbi globali e specifici dello sviluppo, disagio scolastico e psicologico. Per avere maggiori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo [email protected] o tramite Whatsapp o sms al numero: +393450391519

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

29 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»