Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La Sardegna aspetta i russi: inaugurato il volo Olbia-San Pietroburgo

L'isola aveva già un collegamento diretto con Mosca. Ora, vista la domanda crescente, arriva anche quello con la seconda città della Russia: oggi il primo volo 'salutato' dai getti d'acqua dei Vigili del fuoco
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – “Siamo orgogliosi di inaugurare il collegamento con San Pietroburgo che rappresenta una novità assoluta per Olbia e la Sardegna“. Così Silvio Pippobello, amministratore delegato di Geasar, la società di gestione dell’aeroporto di Olbia, commenta l’inaugurazione oggi del nuovo collegamento dello scalo gallurese con la metropoli russa, attraverso la compagnia aerea S7 airlines.

L’Airbus 319 con i suoi 122 passeggeri, proveniente dall’aeroporto di San Pietroburgo, è atterrato al “Costa smeralda” questa mattina alle 13.20, dove è stato accolto dal tradizionale “Arc of triumph” con getti d’acqua, realizzato dai Vigili del fuoco di Olbia.


È la prima volta che la Sardegna viene collegata con un volo diretto di linea con la seconda città russa. “L’anno scorso il vettore ha collegato con ottimi risultati Olbia con Mosca- sottolinea Pippobello- e quest’anno, considerata la domanda crescente da parte dei viaggiatori russi, ha deciso di investire ulteriormente sulla nostra destinazione, dando così anche l’opportunità ai sardi di visitare questa straordinaria città considerata la capitale culturale della Russia. Il vettore inoltre ha ampliato l’offerta del volo su Mosca che quest’anno sarà operativo dal 27 aprile sino al 26 ottobre con tre frequenze la settimana, martedì, giovedì e sabato”.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»