Stupro a Viterbo, in carcere un consigliere comunale e un militante di Casapound. Espulsi

Casapound li ha espulsi. Salvini torna a chiedere che si discuta di castrazione chimica, Di Maio si augura invoca 30 anni di galera e il Pd del Lazio chiede che lo scioglimento dell'organizzazione di estrema destra
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Violenza sessuale di gruppo nei confronti di una donna di 36 anni. E i due responsabili, che la Polizia ha arrestato stamattina e portato in carcere sulla base di un’ordinanza di custodia cautelare firmata da un giudice su richiesta della Procura, sono due militanti di Casapound: uno, Francesco Chiricozzi, ha 21 anni ed è consigliere comunale di minoranza a Vallerano. L’altro, Riccardo Licci, ha 19 anni.

Francesco Chiricozzi (foto dal suo profilo Fb)

I fatti risalgono alla sera del 12 aprile: i due avrebbero conosciuto e approcciato una trentaseienne in un locale della città dove, insieme, hanno consumato delle bevute. Successivamente l’hanno invitata nel circolo in cui gli aderenti al movimento si riuniscono, in zona San Faustino, e di cui i due avevano le chiavi. Qui hanno proseguito a bere e hanno tentato un approccio che la donna ha declinato. A questo punto i due, secondo l’accusa, l’hanno colpita al volto, stordita, denudata e abusata brutalmente. La giovane sarebbe stata violentata più volte. Le violenze sono state anche riprese con i telefonini e la Polizia ha trovato le immagini nel cellulare di uno dei due. Nel circolo, in quel momento, non c’era nessun altro. La 36enne ha riportato lesioni giudicate guaribili dai medici in sette giorni.

LEGGI ANCHE: Viterbo, la donna violentata dai due militanti Casapound: “Ho paura, spero restino in cella”

Nel profilo Facebook di Chiricozzi (cancellato a fine mattina) c’erano frasi inneggianti al Duce (e anche l’immagine del quadro di Arnold Böcklin più amato da Hitler: Su Instagram, poi, salta fuori il manifesto anti immigrati che fece scalpore nel settembre del 2017: fu diffuso da Forza nuova e venne condannato da ogni parte. L’immagine arriva direttamente dal Ventennio, è un vecchio manifesto fascista riciclato, in cui si vede un uomo di colore che stringe una donna bianca seminuda, e sotto la scritta “Difendila” in grande. E poi “Potrebbe  essere tua madre, tua moglie, tua sorella, tua figlia”.  

LEGGI ANCHE: Migranti, 11mila condivisioni per il manifesto fascista di Forza nuova . Possibile: “Denunciamo”


CASAPOUND LI CACCIA, CHIRICOZZI SI DIMETTE

“In attesa che la giustizia accerti la verità dei fatti, CasaPound ha deciso di espellere in via cautelativa i due militanti del Movimento arrestati nel viterbese per violenza sessuale, vista la gravità delle accuse contestate”. Così in un comunicato il presidente di CasaPound Italia, Gianluca Iannone, annunciando inoltre che “domani Francesco Chiricozzi formalizzerà le sue dimissioni da consigliere comunale di Vallerano”.

SALVINI: GALERA NON BASTA, DISCUTERE SUBITO CASTRAZIONE CHIMICA

“Nessuna tolleranza per pedofili e stupratori: la galera non basta, ci vuole anche una cura. Chiamatela castrazione chimica o blocco androgenico, la sostanza è che chiederemo l’immediata discussione alla Camera della nostra proposta di legge, ferma da troppo tempo, per intervenire su questi soggetti. Chiunque essi siano, bianchi o neri, giovani o anziani, vanno puniti e curati”, dice il vicepremier.

Chiederemo la calendarizzazione urgente della proposta di legge che la Lega presentata da anni non soltanto per incarcerare ma curare stupratori e pedofili” di ogni nazionalità”, dice ancora Salvini. E conclude: “Chi mette le mani addosso a una donna e un bambino non solo deve stare in galera per decenni, ma deve essere curato: chiamatela castrazione chimica o blocco androgenico, è una sperimentazione che è già in vigore in molti altri Paesi evoluti e democratici occidentali”.

DI MAIO: BALORDI LA PAGHERANNO CARA

“Quanto accaduto a Viterbo è scioccante. I balordi che hanno violentato questa ragazza la pagheranno cara. Se quanto riporta la stampa in queste ore corrisponde al vero mi auguro si facciano 30anni di galera. La mia vicinanza e tutto il sostegno possibile alla donna e alla sua famiglia”. Lo dice Luigi Di Maio in una nota.

TRENTA: STUPRATORI BESTIE, LA PAGHERANNO CARA

“È vergognoso e la pagheranno cara i balordi che hanno abusato della giovane 36enne a Viterbo. Dalle prime notizie sembra che la ragazza sia stata colpita, picchiata e poi dopo aver perso i sensi violentata. È sconvolgente. E sembra che nello stupro sia coinvolto anche un consigliere comunale eletto con Casapound. Ditemi voi se queste non sono delle bestie! Giunga il mio abbraccio e la mia vicinanza di donna e di Ministro alla ragazza e alla sua famiglia, in queste ore delicate e difficilissime”. Lo dice il ministro della Difesa Elisabetta Trenta.

ZINGARETTI: VIOLENZA SCHIFOSA, CI COSTITUIREMO PARTE CIVILE

“A Viterbo una violenza schifosa. Come presidente del Lazio assicuro che ci costituiremo parte civile contro questo orrore. Combattiamo e combatteremo sempre per sconfiggere violenza, machismo e ogni loro espressione”. Così su twitter il presidente della regione lazio e segretario del Pd, Nicola Zingaretti.

FRATOIANNI (SI): SCIOGLIERE ORGANIZZAZIONE NEOFASCISTA

“Una giovane donna stordita a pugni e poi violentata . È l’ultima prodezza di un esponente e di un consigliere comunale di Casapound, già sotto inchiesta peraltro per un altro selvaggio pestaggio di un ragazzo”. Lo afferma Nicola Fratoianni della Sinistra. “Ora la giustizia faccia rapidamente il suo corso, mi auguro che nessuno provi a inventarsi come giustificazione la ‘ragazzata’ magari perchè la vittima era una loro ‘camerata’. Poi c’è una responsabilità della politica e delle Istituzioni: la lista delle violenze, minacce, sopraffazioni da parte di appartenenti a questa organizzazione neofascista si allunga ogni giorno di più. È arrivato il momento- conclude Fratoianni- del suo scioglimento”.

ASTORRE: SCIOCCATI DA STUPRO, ARRESTATI SONO DI CASAPOUND

“Siamo scioccati dalla notizia della folle violenza subita da una ragazza di Viterbo alla quale esprimiamo l’assoluta vicinanza per il crimine aberrante, di fronte al quale è necessario mettere in campo ogni strumento di assistenza. Di fronte a crimini di questo tipo, e nel rispetto comunque dei diritti dei due giovani arrestati che appartengono a Casapound, la priorità è la vittima, la famiglia e la comunità di Viterbo che è ferita e sgomenta davanti a questo crimine. Tuttavia, i vertici del governo, Salvini, Di Maio e la maggioranza mettano al bando un’organizzazione para fascista come Casapound che produce una cultura basata sulla violenza, la xenofobia e la sopraffazione”. Così in un comunicato il segretario del Pd Lazio, senatore Bruno Astorre.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»