Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Scuola, Giannini: “Polemica sul concorsone costruita sul nulla”

PISA - Il concorsone "anche per non smentirci, e'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

giannini

PISA – Il concorsone “anche per non smentirci, e’ computer base. La polemica e’ costruita sul nulla, perche’ le prove sono andate regolarmente in tutta Italia, oltre 2.000 sedi. È la prima di una serie di prove, che si svolgeranno nel mese di maggio e a luglio gli orali, penso che tutto stia procedendo per il meglio. Anche grazie agli strumenti informatici che ci consentono di gestire numeri giganteschi impensabili prima di questa rivoluzione”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini parlando coi giornalisti arrivando al Cnr di Pisa, dove si sta tenendo la celebrazione dei 30 anni dalla prima connessione italiana alla rete Arpanet.

La risposta e’ ai giornalisti che chiedevano al ministro un commento sulle polemiche sulle presunte difficolta’ organizzative del concorso per la stabilizzazione degli insegnanti precari, prevista dalla Buona Scuola. “Le griglie di valutazione- ha aggiunto- sono quelle che si applicano in tutte le procedure standard dei concorsi pubblici, anzi qualcuno le ha trovate le domande neanche troppo complesse rispetto alle aspettative, mi pare che tutto sia nella norma e sono lieto che ci sia un lavoro dietro che e’ veramente inenarrabile”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»