Italicum. L’appello di Franceschini ai big del Pd: “Il ‘no’ alla fiducia è sproporzionato, ripensateci”

[caption id="attachment_7528" align="alignleft" width="300"] D. Franceschini[/caption] ROMA - "Faccio un
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
D. Franceschini
D. Franceschini

ROMA – “Faccio un appello agli esponenti importanti per il Pd che hanno dichiarato di non votare la fiducia. Rivolgendomi a tutti loro, a Bersani, a Letta, a Speranza, a Bindi, a Epifani: si può essere d’accordo o meno sulla legge elettorale, e questo e’ normale. Si può essere d’accordo o meno sul mettere il voto di fiducia, e anche questo e’ normale perché fa parte di un partito che discute e si confronta anche all’interno. Ma non votare la fiducia al governo guidato dal proprio segretario davvero e’ un atto sproporzionato, troppo forte e credo che gli italiani, i nostri elettori, non capiscano che cosa stia succedendo. E’ davvero un appello a ripensarci, c’è ancora tempo. Bisogna far privilegiare le ragioni dello stare insieme rispetto a quelle della divisione”. A lanciare l’appello e’ il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, a proposito del voto sulla legge elettorale, parlando a margine di un evento Unicredit nella sede romana della Camera di commercio.

di Nicoletta Di Placido

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»