hamburger menu

Operaio muore dopo volo di sei metri nel Foggiano

Il 70enne di Cerignola stava posizionando una guaina su un cornicione di una palazzina alla periferia della città

29/03/2022
casco operaio morti bianche

BARI – Un operaio di 70 anni di Cerignola (Foggia) è morto nella tarda mattinata di oggi dopo essere precipitato nel vuoto mentre stava posizionando una guaina su un cornicione di una palazzina alla periferia della città. Saranno le indagini dei carabinieri a fare chiarezza sull’incidente anche se, con ogni probabilità, la vittima ha perso l’equilibrio facendo un volo di sei metri. Sul posto sono intervenuti gli ispettori del servizio prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro della Asl di Foggia che dovranno accertare se il 70enne lavorasse per conto di altre persone oppure in proprio.

LEGGI ANCHE: Operaio 29enne muore folgorato nel Leccese

UGL: “STRAGE NON PIÙ TOLLERABILE

“Siamo in presenza di una strage quotidiana che non è possibile tollerare. Urgono interventi immediati per prevenire simili tragedie e chiediamo alle istituzioni locali e nazionali di aprire un tavolo con le parti sociali per rafforzare i controlli e la formazione dei lavoratori a tutela della sicurezza”. È quanto dichiarano in una nota congiunta Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl e Giuseppe Sanzò, segretario Ugl Puglia, commentando l’incidente sul lavoro avvenuto nel Foggiano in cui ha perso la vita un operaio di 70 anni.

Per i due sindacalisti “è necessario potenziare l’organico degli ispettori e aumentare le sanzioni a tutte le aziende che non applicano la normativa”. “Con la manifestazione “Lavorare per vivere” l’Ugl vuole sensibilizzare il governo e l’opinione pubblica sul fenomeno delle cosiddette morti bianche e ribadire, ancora una volta, basta stragi sul lavoro”, concludono.

SINDACO DI CERIGNOLA: “MONDO DEL LAVORO SPESSO SENZA REGOLE

“È impensabile perdere la vita mentre si sta portando a termine il proprio lavoro. Un morto sul lavoro è sempre una grande ferita per tutta la città, perché spesso il mondo del lavoro è un mondo senza regole”. Lo dichiara il sindaco di Cerignola (Foggia) Francesco Bonito commentando l’incidente mortale sul lavoro avvenuto oggi nella sua città.

“Adesso saranno le autorità competenti a individuare le dinamiche e la cronologia degli eventi”, continua il primo cittadino ribadendo che “fatalità è solo uno degli aspetti che purtroppo concorrono in situazioni così tragiche. Il luogo di lavoro è per definizione sacro e non può e non deve trasformarsi in uno strumento di morte e sofferenza“. “Ai familiari della vittima l’affetto dell’amministrazione comunale e di tutta la città di Cerignola”, conclude il primo cittadino.

LEGGI ANCHE: Incidente al porto di Taranto, morto operaio di 45 anni

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-03-29T16:40:57+02:00