Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Addio all’allenatore Emiliano Mondonico

Si è spento a 71 anni dopo una lunga malattia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ morto a 71 anni Emiliano Mondonico, allenatore di Torino, Atalanta, Napoli, Fiorentina, Albinoleffe e Cremonese. “Ciao Papo…. sei stato il nostro esempio e la nostra forza… ora cercheremo di continuare come ci hai insegnato tu… eternamente tua”, ha scritto la figlia Clara su Facebook.

Il ‘Mondo’, uno degli allenatori più amati del calcio italiano, si è spento questa mattina dopo una battaglia durissima con il cancro che lo aveva colpito 7 anni fa. Fu prima calciatore della Cremonese, del Torino, del Monza, e dell’Atalanta, poi allenatore. Storica l’impresa del 1984 quando riportò la Cremonese in A dopo 54 anni e quando nel 1988 guidò l’Atalanta alla promozione. Rese grandi squadre come il Torino: “Arrivare secondi è la cosa più brutta che esiste, uno meglio che venga eliminato al primo turno”, aveva detto ricordando la sconfitta dei granata contro l’Ajax nella finale di Coppa Uefa del 1992, che lo rese celebre per l’immagine della sedia alzata dopo un rigore negato al Torino. Unico neo nella sua carriera la retrocessione del Napoli in B. L’ultima squadra allenata è stata il Novara quando la malattia lo aveva già colpito.

2018032902117800222
2018032902114100205
2018032902116100241
Emiliano_Mondonico_1968
Mondonico_1992
Ravezzani/LaPresseArchivio storicoAnni '90sportcalcioEmiliano MondonicoNella foto: l'allenatore del Torino Calcio Emiliano MondonicoB 4972

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»