Blitz de ‘Le Iene’ al convegno con Poletti, e il ministro fa due tiri a calcetto VIDEO

Cronisti con il pallone in mano: "Facciamo due tiri", e lui palleggia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Castel San Pietro (Bologna) – “Grazie per il vostro lavoro, ma vi chiediamo di uscire dalla sala dopo l’intervento del ministro“. Così il presidente del congresso della Cisl metropolitana di Bologna, Sergio Palmieri, avvisa i giornalisti in sala quando ci si accorge che anche una troupe delle Iene è arrivata a Castel San Pietro per seguire i lavori del congresso, ma soprattutto per parlare col ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Dopo la bufera su chi cerca lavoro “e il calcetto”, infatti, l’attenzione anche oggi è di nuovo centrata sul ministro imolese.


Del resto, in mattinata a margine del congresso anche lo stesso segretario generale Cisl, Annamaria Furlan, aveva consigliato a distanza al ministro “attenzione anche alle battute” quando si parla dei giovani. Così, agli staff della Cisl è sembrata la soluzione migliore: prima lasciare che Poletti, atteso sul palco dalle 15.30, entrasse dall’ingresso posteriore per schivare il capannello dei cronisti, poi raccomandare ai giornalisti di uscire dalla sala.

LEGGI ANCHE Bologna non perde tempo. Scatta il “Trofeo birra Poletti” per trovare lavoro

Tuttavia, di fatto ci ha pensato Poletti a cercare di sciogliere l’imbarazzo. Appena terminato il suo (lungo) intervento al congresso Cisl, il ministro è stato subito incalzato dall’intervistatore delle Iene, che gli si è presentato in tenuta da calcetto nera (griffata appunto “Le Iene”) e con un pallone in mano.


“Facciamo due tiri ministro così magari troviamo lavoro”, ha pressato in pubblico la Iena su Poletti. Il quale, così, mentre il ‘servizio d’ordine’ della Cisl ribadiva ai giornalisti di lasciare la sala, ha poi risposto a qualche domanda, fuori, del curioso cronista vestito di nero. Alla fine, Poletti ha pure acconsentito a stemperare un po’ gli animi, esibendosi in due passaggi prima di tornare dentro, e tornare poi a Roma.

di Luca Donigaglia, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»