Sociale. Leo: “Copertura pagamenti Lsu per tutto il 2016”

BARI - “Con la firma della convenzione sono state assegnate
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
CdG-regione-puglia1BARI – “Con la firma della convenzione sono state assegnate alla Regione Puglia risorse finanziarie pari a 7,8 milioni di euro, che assicurano, per tutto il 2016, la copertura dell’assegno per le attività socialmente utili e dell’assegno al nucleo familiare ai lavoratori socialmente utili”. Lo ha comunicato l’assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro Sebastiano Leo, di ritorno da Roma dove nella prima mattinata, presso la sede del Ministero del Lavoro, ha cofirmato con il Ministro Poletti la convenzione LSU 2016.
   “In Puglia – ha proseguito l’assessore – secondo l’ultima stima di Italia Lavoro, il bacino dei lavoratori socialmente utili conta 1013 lavoratori. Con la sottoscrizione della convenzione abbiamo assicurato la copertura dei relativi assegni per tutto il 2016 a valere sui 7,8 milioni di euro del Fondo Sociale per Occupazione e Formazione”.
   “Tra gli impegni che abbiamo assunto – ha concluso Leo – vi è quello di comunicare al Ministero del Lavoro, con report semestrali, sia il numero degli eventuali posti vacanti nelle dotazioni organiche di tutti gli enti pubblici del territorio pugliese, specie dove non è richiesto titolo di studio superiore alla scuola dell’obbligo, sia il numero dei lavoratori che andranno in pensione durante il 2016. L’obiettivo finale resta quello di svuotare progressivamente il bacino dei lavoratori socialmente utili, allo scopo di attuare la normativa vigente rivolta alla stabile occupazione dei suddetti lavoratori”.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»