A Milano in via Dini nasce il primo Teatro metropolitano

MILANO - La compagnia teatrale Pacta dei Teatri (Progetto arte
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

milano_teatro2MILANO – La compagnia teatrale Pacta dei Teatri (Progetto arte cultura territorio associati, ndr) ha vinto il bando della Città Metropolitana e darà nuova vita allo storico Salone di via Ulisse Dini a Milano. A partire dal prossimo ottobre, dopo una riqualificazione dello spazio, prenderà forma il primo “Teatro Metropolitano“, con l’obiettivo di incarnare un punto di contatto fra le offerte culturali di Milano e quelle della sua provincia. I lavori prevedono di organizzare l’area con un grande palcoscenico che ospiterà spettacoli di prosa, musica e danza, nonché eventi culturali. Lo spazio antistante, più piccolo, potrà essere utilizzato per mostre, mentre verrà prevista una capienza della sala che potrà raggiungere i 300 posti, con accesso garantito ai disabili. L’impegno economico sarà attorno ai 250.000 euro.

“La Città metropolitana continua a crescere e il primo Teatro Metropolitano che abbiamo presentato oggi ne è la conferma, perché ha come obiettivo quello di creare una vera sinergia tra le offerte culturali di Milano e quelle della sua provincia- afferma il sindaco di Milano e della Città metropolitana Giuliano Pisapia alla presentazione-. Questo nuovo teatro, che riprende vita dalla ristrutturazione dello storico ‘Salone’ di via Dini, dopo l’abbandono degli ultimi anni, rinasce grazie alla collaborazione tra tante realtà artistiche della Città metropolitana, per sostenere la formazione e l’espressione di giovani talenti e contribuire così alla crescita culturale di tutta l’area”, precisa il sindaco.

milano_teatro“Il nome stesso Pacta- spiega la direttrice artistica Annig Raimondi– indica aggregazione, unione, commistione e una particolare aderenza al territorio con uno specifico e attento ascolto alle richieste che da lì provengono. Racchiude- continua Raimondi- il ramificato di un progetto che comprende più campi, un nome che riassume e racconta un progetto in continua espansione”. La nuova vita del Salone seguirà dunque quelle che sono le linee tematiche tanto care alla compagnia: la nuova drammaturgia, il sostegno e la formazione di giovani talenti, il sociale e l’interculturalità, la contemporaneità in relazione con le tradizioni. Per la consigliera metropolitana con delega all’Istruzione e all’edilizia istituzionale Patrizia Quartieri “quello dell’assegnazione a ‘Pacta dei Teatri’ del Salone di via Dini, avvenuto con procedimento di evidenza pubblica è un esempio virtuoso di come la Città Metropolitana possa agire positivamente finalizzando le risorse esistenti al bene comune”.

di Nicola Mente, giornalista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»