Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Iss promuove l’aria di San Marino: Pm 10 sotto i limiti

SAN MARINO - San Marino ha le carte in regola sulle polveri sottili. Gli sforamenti dei limiti consentiti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – San Marino ha le carte in regola sulle polveri sottili. Gli sforamenti dei limiti consentiti per la loro concentrazione restano infatti al di sotto dei tetti previsti dalla norme in tutte e tre le zone di rilevamento presenti sul territorio. Una nota dell’Iss diffonde i dati raccolti dal Dipartimento Prevenzione che si occupa della tutela dell’ambiente, in particolare è l’Unità “Tutela dell’Ambiente Naturale e Costruito” che ha il compito di monitorare quotidianamente la qualità dell’aria sammarinese dal 2007. Le tre aree monitorate sono a Borgo Maggiore, Dogana e Gualdicciolo, mentre a partire dal 2016, fa sapere l’Iss, la “stazione di rilevamento verrà ubicata a Serravalle”. Quindi, in dettaglio, rispetto alla concentrazione in atmosfera di Pm10, dai rilievi effettuati a San Marino dal 2007 al 2015 nelle tre ubicazioni, “mediamente 19 giorni all’anno è stato superato il limite consentito”, spiega l’Iss, mentre “la norma prevede che non debbano essere superati i 50 microgrammi per metro cubo come media sulle 24 ore più di 35 volte all’anno e un limite di 40 microgrammi per metro cubo come media annuale”.

smog_traffico

Ad avvicinarsi alla soglia “rossa” è solo Dogana, dove “il numero di giornate che hanno superato il limite si avvicina a 35”, chiarisce l’Iss. Mentre per “Borgo Maggiore e Gualdicciolo le giornate in cui sono stati superati i 50 microgrammi per metrocubo di concentrazione di Pm10 sono stati abbondantemente sotto la soglia consentita”. Come media annuale in conclusione, “i risultati- termina l’Iss- sono sempre stati abbondantemente al di sotto ai 40 µg/Nmc previsti dalla normativa”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»