Arabia Saudita, Renzi: “Parliamo del futuro dell’Italia, non di diversivi”

matteo renzi
"Prendo l'impegno pronto a discutere con tutti i giornalisti in conferenza stampa dei miei incarichi internazionali e delle mie idee sull'Arabia Saudita. Ma lo facciamo la settimana dopo la crisi di governo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’Italia si sta giocando il futuro, perche’ in queste ore la crisi di governo deve decidere sui 200 miliardi di euro del recovery plan, sui vaccini, posti di lavoro, scuole e che ha idee come Italia Viva porta queste idee al tavolo, chi non ne ha usa i diversisi. Il diversivo è l’aggressione personale, la simpatia, il carattere. Il diversivo di oggi è la conferenza internazionale a Riad. Bene, io prendo l’impegno pronto a discutere con tutti i giornalisti in conferenza stampa dei miei incarichi internazionali, delle mie idee sull’Arabia Saudita, del futuro della Pace di Abramo. Del Medio Oriente, degli accordi di Aiula, di tutto. Ma lo facciamo la settimana dopo la crisi di governo. Adesso, per piacere è del futuro dell’Italia, non del futuro dei sauditi che stiamo discutendo, e per questo noi continuiamo a parlare di scuole, vaccini, posti di lavoro, non di diversivi”. Lo dice Matteo Renzi in un video sui social.

LEGGI ANCHE: Yemen, l’Italia revoca export armi ad Arabia Saudita ed Emirati

LEGGI ANCHE: Calenda contro Renzi: “Pagato dall’Arabia Saudita, immorale e pericoloso”

LEGGI ANCHE: Arabia Saudita, M5s attacca Renzi: “Può ricevere compensi da Stato estero?”

LEGGI ANCHE: Arabia Saudita, Verdi contro Renzi: “Devastazione ambientale, nessun diritto… Questo è ‘Rinascimento’?”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»