Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Vaccino, De Luca: “In mano a burocrati con delirio di onnipotenza”

Riferendosi al commissario Domenico Arcuri, il governatore campania ha criticato anche la scelta "di fare una gara da 8,5 milioni per realizzare gli stand con la primula. Un'altra anomalia tutta italiana"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Con questa disponibilità di vaccini se tutto va bene completiamo le vaccinazioni nel 2022”. Lo ha annunciato il governatore della Campania Vincenzo De Luca in una diretta Facebook.
“La carenza di vaccini – ha detto – è un problema drammatico. Il nostro obiettivo era di completare la campagna vaccinale entro il 2021 con un obiettivo intermedio: completare per luglio la vaccinazione di tutti i cittadini di Napoli. Per raggiungere questi due obiettivi avremmo bisogno di fare 50mila vaccinazioni al giorno, ma in Campania 50mila vaccini arrivano in una settimana. Per la copertura vaccinale se ne parla per il 2022”.
“Qualche esponente del disciolto governo – ha aggiunto De Luca – dice che entro quest’estate o quest’autunno avremo l’immunità di gregge. Ma possiamo evitare di dire queste stupidaggini?”.

“In Italia il ministero della Salute è stato cancellato, – afferma il governatore campano – non c’è più il ministero ma il commissario all’emergenza, è una bizzarria tutta italiana. Siamo nelle mani di burocrati e tecnici che qualche volta perdono la testa e vengono presi da un delirio di onnipotenza, non capiscono i limiti della loro azione”.
Riferendosi al commissario Domenico Arcuri, De Luca ha criticato la scelta “di fare una gara da 8,5 milioni per realizzare gli stand con la primula. Serve una gara nazionale per gli stand? È un’altra bizzarria e anomalia tutta italiana”.

LEGGI ANCHE: Presentata la campagna vaccino anti-Covid: primula di Boeri per rinascita

DE LUCA: “A FEBBRAIO PARTE CAMPAGNA VACCINALE PER GLI OVER80”

A febbraio in arrivo 240mila vaccini, – annuncia il presidente della Regione – la nostra priorità sono gli ultraottantenni, concentreremo queste dosi che arriveranno per coprire quella fascia d’età. La campagna vaccinale partirà tra il 7 e il 10 febbraio”.
Il governatore ha invitato gli ultraottantenni a dare la propria adesione sul sito della Regione, dove nei prossimi giorni sarà attivata una piattaforma ad hod, o tramite il medico di medicina generale. “Sarete convocati – ha detto De Luca – o, se sarà necessario, faremo il vaccino a casa se non ci sono le possibilità per uno spostamento”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»