Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

BOZZA / M5S

ROMA - "Il Movimento camminerà sulle sue gambe", dice Luigi Di Maio, 'capo politico' dei pentastellati orfani di Beppe Grillo.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il Movimento camminerà sulle sue gambe”, dice Luigi Di Maio, ‘capo politico’ dei pentastellati orfani di Beppe Grillo. Il comico genovese ha traslocato in un nuovo blog, non saranno più i suoi post a dettare la linea: come cambierà il Movimento? Difficile prevederlo, ma i grillini sembrano già più propensi a ‘sporcarsi le mani’, al contrario di quanto fecero nel 2013 con Bersani.

I 5 Stelle, infatti, si giocano tutto in questa campagna elettorale, sanno che la loro occasione è adesso e lo dicono chiaramente: “più scenderà l’astensionismo, più voti prenderemo”. Chiedono “fiducia” ad un’Italia profondamente stanca e demotivata e presentano una lista di “super competenti” per allontanare gli spettri delle amministrazioni di Roma e Torino.

La loro convinzione appare granitica: sono la prima forza politica del paese. Il centrodestra è “un’accozzaglia di liste che si separeranno non appena capiranno di non poter governare” mentre il Pd, secondo i loro sondaggi, potrebbe finire addirittura “sotto al 20%”.

Chiara anche la strada per il post voto: se non avranno la maggioranza assoluta dei seggi, ma solo quella relativa, chiederanno al Presidente Mattarella l’incarico per formare un Governo su venti punti, il primo dei quali sarà il reddito di cittadinanza.

Ma chi sarà disposto a votare un governo pentastellato? I canali con LeU sono aperti da tempo, ma i numeri non sono incoraggianti. Più difficile tentare la Lega, ma dall’Europa ai vaccini i punti in comune con il Carroccio sono tanti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»