Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Capogruppo Rizzotto a Tosi: “Riveli quanto guadagna con cumulo cariche”

[caption id="attachment_34367" align="alignleft" width="300"] La
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
La capogruppo di Zaia presidente in Veneto, Silvia Rizzotto
La capogruppo di Zaia presidente in Veneto, Silvia Rizzotto

VENEZIA – “A Flavio Tosi e al suo gruppo in Consiglio regionale, come a suo tempo ad Alessandra Moretti del Pd, va solamente ricordata una frase di Pietro Nenni: ‘A giocare a fare i puri, c’è sempre qualcuno più puro che ti epura’. Così accade, a chi, solo per ben figurare, continua a proclamare verità parziali, continuando a nascondere la realtà dei fatti dalla campagna elettorale in qua”. Così, la presidente del gruppo Zaia presidente in Regione, Silvia Rizzotto, commenta le dichiarazioni del sindaco di Verona e leader di Fare, Flavio Tosi, e la notizia secondo cui i consiglieri regionali tosiani avrebbero depositato a palazzo Ferro Fini un progetto di legge per l’equiparazione dello stipendio dei consiglieri a quello del sindaco di Venezia.

“Nella piena libertà di ogni gruppo di presentare iniziative legislative sulla materia- dice Rizzotto- urge richiamare Flavio Tosi a una più completa trasparenza. Quando, oggi come in campagna elettorale, dichiara di vivere bene col suo stipendio da sindaco, Tosi tace e non rivela gli emolumenti di cui gode come presidente dell’Autostrada Brescia-Padova. E non è nemmeno la prima volta, visto che da mesi ripete il mantra di campare dignitosamente col suo compenso da primo cittadino. Non è così, e Tosi ben lo sa. Allora lo dica, con quanto vive, e a quanto ammontano tutte le indennità che riceve per le sue nomine: sia trasparente davvero. Non sia mai che si scopra che Tosi riceve compensi ben più alti di quelli di qualsiasi eletto in Regione, grazie al cumulo di cariche e incarichi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»