Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La mamma coraggio Laura Massaro tra le icone del 2021 scelte dal Corriere della Sera

laura massaro imagoeconomica
È diventata il simbolo di tutte quelle donne che denunciano violenza e vedono sottrarsi i figli con l'accusa di alienazione parentale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Pioniere, creative, influencer, rivoluzionarie, resilienti, anticonformiste. Ecco le nostre donne del 2021. Un mosaico di vite straordinarie, raccontate per voi dai giornalisti e dalle giornaliste del Corriere”. È così che lo storico quotidiano presenta le donne icone dell’anno che tra qualche giorno finirà. Tra i nomi di studiose, politiche, sportive, artiste figura anche lei, la romana Laura Massaro, mamma di un bambino adolescente, diventata icona di tutte quelle donne che denunciano violenza e vedono sottrarsi i figli con l’accusa di alienazione parentale.

Icona delle mamme coraggio, raccontate dall’agenzia Dire in un’inchiesta dedicata, con la fondazione del Comitato madri contro la violenza istituzionale è diventata promotrice di una denuncia pubblica contro quanto accade nei tribunali italiani su donne e bambini in nome di perizie che ancora riconoscono l’alienazione parentale. Nella motivazione il ‘Corriere della sera’ riporta: “È grazie al suo coraggio e alla sua tenacia se oggi i casi delle madri cui vengono strappati i figli in nome della bigenitorialità, anche quando il padre è violento, hanno trovato spazio sui media”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»