Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Negli Usa isolamento ridotto a cinque giorni per i positivi al Covid asintomatici

covid usa
La decisione dell'organismo di controllo sulla sanità degli Stati Uniti tiene conto del picco di trasmissione: 1-2 giorni precedenti l'insorgenza dei sintomi e nei 2-3 giorni successivi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – In base alle conoscenze sia del Covid-19 che della variante Omicron, il CDC – l’organismo di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d’America – sta riducendo il tempo consigliato per l’isolamento da 10 giorni per le persone con covid-19 a 5 giorni, se asintomatiche, seguite da 5 giorni in cui si indossa una mascherina quando si è in presenza di altre persone.

LEGGI ANCHE: Battiston: “Rivedere regole sulla quarantena o torneremo a un lockdown di fatto”

Il cambiamento è motivato dalla scienza che dimostra che la maggior parte della trasmissione di SARS-CoV-2 si verifica all’inizio del corso della malattia, generalmente negli 1-2 giorni precedenti l’insorgenza dei sintomi e nei 2-3 giorni successivi. Pertanto, le persone che risultano positive dovrebbero isolarsi per 5 giorni e, se asintomatiche in quel momento, possono lasciare l’isolamento se possono continuare a coprirsi con una mascherina per altri 5 giorni per ridurre al minimo il rischio di infettare gli altri.

LEGGI ANCHE: Contatto stretto di un positivo Covid, cosa fare: tutto su tracciamento, quarantena e isolamento

I TEMPI DELLA QUARANTENA NEGLI USA

Inoltre, il CDC sta aggiornando il periodo di quarantena consigliato per le persone esposte al covid-19. Per le persone che non sono vaccinate o sono più di sei mesi fuori dalla loro seconda dose di mRNA (o più di 2 mesi dopo il vaccino J&J) e non ancora potenziate, raccomanda la quarantena per 5 giorni seguita da un uso rigoroso della mascherina per altri 5 giorni. In alternativa, se una quarantena di 5 giorni non è fattibile, è imperativo che una persona esposta indossi sempre una maschera ben aderente quando è in presenza di altre persone per 10 giorni dopo l’esposizione.

Gli individui che hanno ricevuto la vaccinazione di richiamo non devono essere messi in quarantena dopo un’esposizione, ma devono indossare una maschera per 10 giorni dopo l’esposizione. Per tutti coloro esposti, la migliore pratica includerebbe anche un test per SARS-CoV-2 al giorno 5 dopo l’esposizione. Se si verificano sintomi, le persone devono immediatamente mettere in quarantena fino a quando un test negativo conferma che i sintomi non sono attribuibili al covid-19.

LEGGI ANCHE: Il personale è in quarantena, a Firenze il Duomo chiuso ai turisti

L’isolamento si riferisce al comportamento dopo un’infezione confermata. L’isolamento per 5 giorni seguito dall’uso di una maschera ben aderente ridurrà al minimo il rischio di diffondere il virus ad altri.

La quarantena si riferisce al tempo successivo all’esposizione al virus o al contatto stretto con qualcuno noto per avere covid-19. Entrambi gli aggiornamenti arrivano mentre la variante Omicron continua a diffondersi negli Stati Uniti e riflette la scienza attuale su quando e per quanto tempo una persona è massimamente infettiva.

VACCINO EFFICACE AL 75% CON IL RICHIAMO

I dati provenienti dal Sud Africa e dal Regno Unito dimostrano che l’efficacia del vaccino contro l’infezione per due dosi di un vaccino mRNA è di circa il 35%. Una dose di richiamo del vaccino COVID-19 ripristina l’efficacia del vaccino contro l’infezione al 75%. La vaccinazione covid-19 riduce il rischio di malattie gravi, ospedalizzazione e morte per covid-19. Il CDC incoraggia fortemente la vaccinazione covid-19 per tutte le persone dai 5 anni e i richiami per tutti dai 16 anni. La vaccinazione è il modo migliore per proteggersi e ridurre l’impatto del COVID-19 sulle nostre comunità.

LEGGI ANCHE: Figliuolo: “Dal 10 gennaio richiamo vaccino dopo quattro mesi”

Il direttore del CDC, Rochelle Walensky, conclude: “La variante Omicron si sta diffondendo rapidamente e ha il potenziale di avere un impatto su tutti gli aspetti della nostra società. Le raccomandazioni aggiornate del CDC per l’isolamento e la quarantena bilanciano ciò che sappiamo sulla diffusione del virus e sulla protezione fornita dalla vaccinazione e dalle dosi di richiamo. Questi aggiornamenti garantiscono che le persone possano continuare in sicurezza la loro vita quotidiana. La prevenzione è la nostra migliore opzione: vaccinarsi, farsi potenziare, indossare una maschera in ambienti chiusi pubblici in aree di trasmissione comunitaria sostanziale ed alta, e fare un test prima di riunirsi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»