Neve a Milano, scintille tra Sala e Salvini

salvini_sala
"Lo guardi il meteo?", polemizza il leghista. "Io lavoro, tu no", lo gela il primo cittadino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Nella bufera di polemiche scaturite dalla nevicata abbondante che in mattinata ha creato qualche disagio a Milano, non potevano mancare le ‘scintille’ via social tra il milanese leader leghista, Matteo Salvini, e il sindaco meneghino, Giuseppe Sala. “A Milano tram bloccati, strade con 20 centimetri di neve e caos… Sala non segue le previsioni del tempo?”, scrive su Twitter Salvini, riferendosi al preavviso sulla pressoché certa precipitazione. “Le seguo, certo, e seguo anche il lavoro di chi è sulla strada cercando di fare il possibile”, risponde via Facebook il sindaco, che poi attacca: “D’altro canto chi come me lavora da una vita è abituato a seguire le cose e poi ad agire”, mentre “chi come lui non ha mai lavorato è abituato più che altro a usare la tastiera e a fare grandi proclami”. Un modo di agire differente dovuto, secondo Sala, a “personalità e modi di essere diversi, per fortuna dei milanesi” che, aggiunge l’attuale primo cittadino, “potranno cosi’ scegliere fra pochi mesi chi e’ piu’ credibile per prendersi cura di Milano”.

LEGGI ANCHE: A Milano oltre 15 centimetri di neve, il Comune ‘chiude’ i parchi pubblici

Sala si rivolge poi ai cittadini, appellandosi alla collaborazione: come nel 1985, “quando con un metro di neve sono andato a lavorare in Viale Sarca nel pieno di una nevicata che è rimasta nella storia”, sottolineando che “come me moltissimi milanesi”. Ecco perche’ per il sindaco il punto è “sempre lo stesso”, ossia “dobbiamo tutti fare la nostra parte, non solo a parole”, perché “solo così affronteremo il disagio dovuto a questi 20 centimetri di neve e, soprattutto, il grande problema della gestione di questa pandemia e di quello che verrà dopo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»