Migranti, Rocca (Croce Rossa): “Global Compact colpo ai trafficanti”

Oggi il governo italiano ha annunciato che non parteciperà alla conferenza intergovernativa per la firma dell’accordo.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Condividi l’articolo:

ROMA -Il Global Compact è un’opportunità per contrastare i trafficanti che approfittano dell’assenza di un approccio efficiente e umano rispetto alle migrazioni: lo ha sottolineato oggi Francesco Rocca, presidente della Federazione internazionale delle società di Croca Rossa e Mezzaluna rossa (Ifrc).
Una presa di posizione, la sua, successiva all’annuncio che il governo italiano non parteciperà alla conferenza intergovernativa per la firma dell’accordo in programma a Marrakech il 10 e 11 dicembre.

Secondo Rocca, si legge in una nota, “il Global Compact rappresenta un’opportunità per mettere a punto un approccio mondiale alla migrazione che finora non funziona”. Il presidente ha aggiunto: “Troppe persone sono sfruttate da trafficanti e contrabbandieri felici di approfittare della mancanza di un approccio efficiente e umano alle migrazioni”.

Infine, un appello. “A tutti i governi – ha sottolineato Rocca – chiediamo di unirsi, firmare l’accordo e soprattutto lavorare con noi per trasformare le ambizioni del Global Compact in politiche e leggi che facciano la differenza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»