Nicaragua, gli Usa impongono sanzioni contro Rosario Murillo, moglie di Ortega

L'iniziativa si inserisce nel terzo round di sanzioni che Washington impone sul Nicaragua
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Condividi l’articolo:

ROMA – Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha siglato un ordine esecutivo con cui imporre sanzioni contro Rosario Murillo, la vicepresidente del Nicaragua e attuale moglie del presidente Daniel Ortega.

Per Trump Murillo è responsabile di violazioni dei diritti umani e repressione della democrazia nel Paese latinoamericano di una gravità tale da rappresentare “una minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti, e per la sua politica estera”. Così quanto si legge sul testo della misura redatta dal dipartimento del Tesoro americano, come riportato dalla stampa internazionale.

L’iniziativa si inserisce nel terzo round di sanzioni che Washington impone sul Nicaragua, Paese che da aprile scorso è attraversato da profonde tensioni sociali determinate da instabilità politica ed economica.

L’ordine esecutivo colpisce anche Nestor Moncada Lau, consigliere per la sicurezza nazionale. Entrambi sono accusati di favorire lo “smantellamento sistematico delle istituzioni democratiche e dello Stato di diritto”, di ricorrere “all’uso della violenza indiscriminata e di tattiche di repressione contro i civili”, nonché di incoraggiare “la corruzione, che ha condotto alla destabilizzazione dell’economia nicaraguense”.

Infine, Washington ha assicurato che “non finisce qui”, e che continuerà ad esercitare pressioni con tutti gli strumenti economici e diplomatici a nostra disposizione”, pur di spingere il Paese a nuove elezioni il più presto possibile.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»