L. Bilancio, Boschi: “Congedo per le donne vittime di violenza esteso alle lavoratrici domestiche”

La misura introdotta con la riforma del Job's Act durante i #Millegiorni consente alle lavoratrici di usufruire di un congedo retribuito di tre mesi dopo aver subito una violenza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Maria Elena Boschi

ROMA – Approvato in commissione Bilancio al Senato l’emendamento governativo che estende il congedo lavorativo per le donne vittime di violenza anche alle collaboratrici domestiche. Lo fa sapere la Sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, sulla sua pagina facebook. “La misura introdotta con la riforma del Job’s Act durante i #Millegiorni consente alle lavoratrici di usufruire di un congedo retribuito di tre mesi dopo aver subito una violenza- spiega Boschi- Con l’emendamento si estende questa possibilita’ anche alle collaboratrici domestiche. Il congedo consente alle donne di poter curare il corpo e l’anima in un momento di grande sofferenza”.

Soddisazione dei sindacati

“Grande soddisfazione” e’ stata espressa dai sindacati, e in particolare dalla Uil, che sul proprio sito parla di “una grande vittoria” attraverso le parole della responsabile del settore ‘Mobbing & Stalking’ Alessandra Menelao: “Una richiesta che avevo fatto assieme a Cgil e Cisl e portata avanti grazie al lavoro della Sottosegretaria Boschi”, ha detto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»