Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 28 ottobre 2021

tg pol parl 28 ott-min
In questa edizione si parla di: manovra, Berlusconi e Salvini verso il colle, referendum sulla Cannabis, una nuova piattaforma Inps per gli ammortizzatori sociali e l'espansione del settore dei videogiochi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ECCO LA MANOVRA, QUOTA 102 E PALETTI AL REDDITO DI CITTADINANZA

Quota 102 solo per il 2022, modifiche al reddito di cittadinanza, proroga del Superbonus, taglio del cuneo fiscale e un sistema universale di ammortizzatori sociali. Via libera del governo alla legge di bilancio e al ddl sulla concorrenza. Il premier Mario Draghi ricuce lo strappo con i sindacati e trova l’intesa con Matteo Salvini. Il cantiere della previdenza, il nodo più intricato della manovra, viene sciolto con un accordo che di fatto rinvia la soluzione al ritorno della Fornero. Il prossimo anno si potrà andare in pensione con 64 anni di età e 38 di contributi. Per superare lo scalone a 67 anni ci vorrà una riforma, ma probabilmente ci penserà il prossimo esecutivo. Cambia il reddito di cittadinanza: stop al sussidio per chi rifiuta la seconda proposta di lavoro e decalage dell’assegno dopo 6 mesi. In arrivo controlli più severi.

BERLUSCONI E SALVINI, INSIEME VERSO IL COLLE

Silvio Berlusconi e Matteo Salvini hanno concordato una strategia comune in vista dell’elezione del presidente della Repubblica. Nel vertice del centrodestra ‘di governo’ a Villa Grande, la residenza romana di Berlusconi, si e’ deciso di rendere l’incontro tra Lega e Forza Italia a cadenza periodica.    Berlusconi e Salvini hanno chiesto di procedere il più velocemente possibile ad individuare i candidati per le prossime elezioni Amministrative, ovviamente coinvolgendo gli altri partiti di centrodestra a partire da Fratelli d’Italia.

REFERENDUM CANNABIS, 630 MILA FIRME IN CASSAZIONE

Sono 630 mila le firme sulla Cannabis legale che il Comitato promotore ha depositato questa mattina in Cassazione. L’obiettivo è andare al voto nella prossima primavera per chiedere la modifica della legge attuale. Il quesito propone di depenalizzare la coltivazione e di eliminare la pena detentiva per le condotte illecite relative alla cannabis, con l’eccezione del traffico illegale. Il quesito cancella anche la sanzione amministrativa del ritiro della patente.

INPS, NUOVA PIATTAFORMA PER GESTIRE GLI AMMORTIZZATORI

Una nuova piattaforma di gestione degli ammortizzatori sociali in grado di superare le difficolta’ tecniche e semplificare la complessa procedura. A presentarla il presidente dell’Inps Pasquale Tridico. “La nuova architettura prevede una procedura
informatizzata e semplificata. La misura è pensata per quegli
utenti che hanno poco tempo e vogliono inoltrare domanda. E’ solo l’inizio della gestione integrata degli ammortizzatori sociali”, dice Tridico. Il governo sta preparando una riforma
che troverà pronto l’Istituto sul fronte dell’innovazione
tecnologica.

VIDEOGIOCHI, SETTORE IN FORTE ESPANSIONE

Nel 2020 le vendite di videogiochi in Italia hanno raggiunto il valore di 2,2 miliardi di euro, con una crescita del 21,9% rispetto all’anno precedente. È quanto emerge dalla ricerca ‘Il valore economico e sociale dei videogiochi in Italia’ realizzata dal Censis in collaborazione con IIDEA, l’associazione che rappresenta l’industria dei videogiochi nel nostro paese.
Il comparto conta 160 imprese che impiegano 1.600 addetti – di cui il 79% ha un’età inferiore ai 36 anni – e un fatturato di 90 milioni di euro. “L’Italia dovrebbe guardare all’industria del
gaming come un’opportunità: c’è la possibilità di trasformare un
investimento nel settore in una opportunità di occupazione”, dice il presidente di Iidea, Marco Saletta. Secondo le previsioni del Censis, investendo nel gaming 45 milioni di euro in cinque anni il fatturato delle imprese italiane del settore salirebbe a 357 milioni di euro nel 2026. Un intervento simile creerebbe 1.000 posti di lavoro qualificato per i giovani, attiverebbe 360 milioni di euro di investimenti privati e 81 milioni di gettito fiscale aggiuntivo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»