Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Stop al ddl Zan, oggi a Roma manifestazione a sostegno dei diritti

pride_gay
Gli attivisti si sono autoconvocati per le ore 18 presso il Colosseo. Anche il Pd Lazio aderisce
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dopo la bocciatura del ddl Zan, saremo oggi alle 18 insieme agli attivisti e alle attiviste che si autoconvocati spontaneamente presso il Colosseo, nel luogo simbolo conosciuto come la ‘gay street‘”. Così in una nota Rosario Coco, segretario di Gaynet. “Il ddl Zan è morto, ma le nostre voci non si fermeranno. Quello che è successo allinea di fatto l’Italia ai Paesi più repressivi e omofobi dell’Unione europea“.

LEGGI ANCHE: No al ddl Zan, a sinistra è tutti contro tutti. Si apre il caso dem

L’Italia rimane tra i pochi Paesi accanto a Bulgaria, Rep. Ceca, Polonia e Lettonia a non avere una legge sui crimini d’odio legati all’orientamento sessuale e l’identità di genere – prosegue Coco – ha vinto quella classe dirigente retriva, minoranza nel Paese, che pensa che il razzismo sia sanzionabile, ma l’omolesbobitransfobia no, che pensa che si possa cambiare sesso a piacimento, che pensa che le scuole devono essere luoghi di discriminazione senza alcun presidio di educazione al rispetto. Le responsabilità politiche sono molteplici, a partire dal centrodestra e da chi ha rotto il fronte politico delle Camera: visto, l’esito, tuttavia, il compito del movimento è quello di strigliare tutte le forze politiche affinché si assumano le proprie responsabilità“, conclude l’attivista di Gaynet.

LEGGI ANCHE: Ddl Zan, Letta e l’inguacchio: contro Renzi il j’accuse caro a Di Pietro

IL PD LAZIO ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE

“Oggi alle 18 saremo a Roma in via San Giovanni in Laterano per la manifestazione a sostegno del ddl Zan. Attraverso il voto segreto, ieri, sono riusciti a bloccarlo ma oggi, in piazza, in tante e tanti ci faremo sentire. Continuiamo a stare dalla parte giusta”. Lo scrive in un comunicato il Partito Democratico del Lazio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»