Elezioni regionali in Umbria, Berlusconi: “Avviso di sfratto al governo”

"Questo governo ha messo insieme una coalizione improvvisata, pasticciata"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – La coalizione di centrodestra ha stravinto in Umbria. Quanto durerà questo governo, dato che lei qualche governo lo ha fatto nella sua vita? “Io credo che dall’Umbria sia venuta una vittoria importante perché i suoi cittadini vivevano in un sistema di potere che durava da quasi 50 anni. Ma c’è anche un segnale simbolico importante verso questo governo, che è l’ultimo dei tanti governi che non stati eletti dai cittadini, l’ultimo governo eletto dai cittadini fu il mio nel 2008”. Cosi’ Silvio Berlusconi, intervistato da Nicola Porro a Quarta Repubblica.

LEGGI ANCHE

Ciclone Umbria sull’alleanza Pd-M5S, Di Maio sarà commissariato

Conte e l’Umbria: “Voto non incide sul governo, si va avanti”

Ciclone Umbria sull’alleanza Pd-M5S, Di Maio sarà commissariato

“Questo governo ha messo insieme una coalizione improvvisata, pasticciata- aggiunge- ha presentato adesso una manovra che non è ciò di cui ha bisogno il paese e quindi sono tanti i motivi per cui dovrebbe andarsene a casa: anche il fatto che guardi a questo governo con molta preoccupazione l’Europa, che invece aveva guardato con molta simpatia e considerazione i governi dove io ero presidente del Consiglio. Questo nell’Umbria è certamente un avviso ulteriore di sfratto. Questa coalizione confusionaria, improvvisata e pasticciata; ma loro resteranno in carica, legati come sono alle poltrone dalla loro voglia di potere”.

BERLUSCONI: “NON SARA’ UN COLLANTE, C’E’ MOLTA CONFUSIONE”

La debolezza della coalizione di Governo renderà PD e M5S molto più uniti nel non rompersi sennò si andrà alle elezioni: questa sconfitta in Umbria è un collante? “Io non credo che sia totalmente così. Per una parte dei personaggi che operano per le poltrone sarà certamente così, ma c’è molta confusione, molto disordine e molta incertezza dentro i ranghi parlamentari dei Cinque Stelle che sentono tradite le promesse iniziali e quindi si stanno agitando”, risponde Silvio Berlusconi a Quarta Repubblica. “Qualcuno guarda a destra, qualcuno guarda a Renzi, qualcuno addirittura vuole formare un gruppo autonomo contro i 5Stelle originari. Credo che nessuno possa dare una risposta certa alla domanda che lei mi ha fatto. Stiamo a vedere cosa succederà”, aggiunge Berlusconi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»