Giappone-Titano, 20 anni di relazioni diplomatiche

ROMA - Musica e intaglio, le arti nipponiche svelate ai sammarinesi. La Segreteria di Stato agli Affari Esteri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Musica e intaglio, le arti nipponiche svelate ai sammarinesi. La Segreteria di Stato agli Affari Esteri fa sapere che il prossimo 1° novembre si terrà l’iniziativa “Il Giappone in San Marino“, una serie di eventi di presentazione della cultura nipponica nell’occasione del XX anniversario delle relazioni diplomatiche fra San Marino e il Paese del Sol Levante. Durante la serata di martedì prossimo, dalle ore 21 al Teatro Titano, si alterneranno momenti dedicati esclusivamente alla musica. Brani tradizionali e contemporanei saranno eseguiti con strumenti popolari giapponesi– il flauto diritto giapponese e il banjo giapponese a tre corde. A suonarli saranno due artisti di fama internazionale, al loro esordio a San Marino.

giappone_moda3Nella mattinata e nel primo pomeriggio del 1° novembre, all’Hotel Titano, si potrà invece assistere a dimostrazioni dell’arte dell’intaglio di verdure e ortaggi e del taglio artistico della carta. Yasai Zaiku e Kiri-E sono tecniche artigianali e decorative tradizionali del Giappone, che permettono di creare piccole sculture beneauguranti a decoro delle tavole in occasioni celebrative. Gli eventi sono promossi e organizzati dall’Ambasciata del Giappone presso la Repubblica di San Marino, unitamente all’istituto giapponese di cultura di Roma, con il sostegno del Consolato Generale Onorario, dell’associazione San Marino-Giappone e la collaborazione della segreteria agli Affari Esteri. La partecipazione agli eventi è gratuita.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»