hamburger menu

‘Berlino’, le prime anticipazioni sullo spin-off de ‘La casa di carta’

Il prequel arriverà nel 2023 su Netflix. A breve i ciak in Spagna e Parigi

Pubblicato:28-09-2022 19:54
Ultimo aggiornamento:28-09-2022 19:54
Canale: Spettacolo
Autore:
Berlin
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “La rapina può anche arrivare alla fine, ma la storia di Berlino continua”. Così Netflix, lo scorso anno, aveva annunciato l’arrivo nel 2023 di ‘Berlino’: lo spin-off della serie ‘La Casa di Carta’ incentrato sull’iconico personaggio di Berlino, interpretato da Pedro Alonso. “Ci sono solo dieci cose che possono trasformare una giornata terribile in una meravigliosa. Il primo è l’amore. E per la verità, non era questo il caso. La mia terza moglie mi aveva appena lasciato… La seconda è un bottino di oltre dieci milioni di euro. Ma non era nemmeno questo il caso. Stavamo per mettere a punto una rapina molto più grande, quella di oggi è stata facile. Ma se hai una brutta giornata, puoi finire per mettere in ginocchio un uomo miserabile e mirare alla sua testa“, questo l’inizio della sceneggiatura rivelato da Alonso all’inizio della conferenza a Madrid.

Sarà una serie che mostrerà un lato “più giocoso, luminoso, comico e romantico” del rapinatore e che presenterà una nuova banda di ladri, diversa da quella del Professore (Alvaro Morte). Saranno Michelle Jenner, Tristán Ulloa, Begoña Vargas, Joel Sánchez e Julio Peña Fernandez (star di ‘Dalla mia finestra’) ad accompagnare Alonso in una nuova avventura dai creatori de ‘La Casa di Carta’ Álex Pina ed Esther Martínez Lobato. Michelle Jenner interpreta Keila, un’autorità nell’ingegneria elettronica; Tristán Ulloa veste i panni di Damián, un professore filantropo e il consigliere di Berlino; Begoña Vargas interpreta Cameron, un kamikaze che vive sempre al limite; Julio Peña Fernández dà vita al ruolo di Roi, il fedele seguace di Berlino; e Joel Sánchez interpreta Bruce, l’instancabile uomo d’azione della banda.

RIPRESE TRA SPAGNA E PARIGI

“Abbiamo iniziato il progetto molto tempo fa perché avevamo una personalità come quella di Berlino che ci ha dato molto spazio nella scrittura. Non ha mai una ‘tabella di marcia’ chiara e volevamo esplorare la sua personalità. ‘Berlin’ è il risultato di come viaggiamo attraverso la sua personalità, e di come visitiamo quel lato un po’ più giocoso, comico e romantico del personaggio, senza perdere quella psicopatia che a volte ha”, ha spiegato Alex Pina, in occasione della conferenza stampa a Madrid. La serie, le cui riprese inizieranno a breve tra Spagna e Parigi, “sarà ambientata in un passato indefinito del personaggio che, come già sappiamo, è morto al termine della prima rapina de ‘La casa de papel’.

UN PREQUEL PIÙ BILLANTE E ROMANTICO

Ci saranno rapine, ma il genere è diverso”, ha aggiunto Pina. A differenza della ‘serie madre’, il prequel avrà un tono brillante con qualche sfumatura della commedia. Non mancherà il romanticismo. “In un contesto in cui stiamo vivendo una guerra in Europa e una grande crisi, crediamo che il nostro lavoro nello spettacolo abbia a che fare con la luce e con i personaggi con cui ci siamo divertiti”, ha sottolineano Pina. “Riteniamo che le persone abbiano bisogno un conforto ed è per questo che abbiamo cambiato il nostro tono in una narrativa più comica, con uno spirito comico giocoso e romantico”, ha aggiunto Martínez Lobato.

Qui non ci saranno rapine violente che si svolgono in un spazio chiuso e claustrofobico. “Abbiamo lavorato con rapine che hanno a che fare con l’illusionismo. Berlino è il David Copperfield delle rapine”, ha detto Pina. Sul ritorno dei personaggi originali de ‘La Casa di Carta’ “non possiamo dire nulla, perché se dovessero tornare sarebbe uno spoiler. Noi vogliamo che Berlino abbia una propria identità in una serie autonoma, anche se proviene da una serie amata e importante per noi”, ha concluso Pina.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-28T19:54:59+01:00