hamburger menu

Colpo al clan Santapaola di Catania, arresti e sequestri di beni

Inchiesta della Dda etnea

Pubblicato:28-09-2022 09:16
Ultimo aggiornamento:28-09-2022 09:16
Canale: Sicilia
Autore:
carabinieri
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

PALERMO – Blitz antimafia dei carabinieri del Comando provinciale di Catania contro il clan Santapaola-Ercolano: arrestate trenta persone, tra cui il nuovo presunto “responsabile provinciale” del clan, e sequestrati beni per quattro milioni di euro. I carabinieri sono entrati in azione nelle province di Catania, Prato, L’Aquila, Enna, Perugia, Vibo Valentia, Palermo, Benevento, Siracusa e Avellino.

LE ACCUSE DELLA DDA DI CATANIA

Oltre trenta gli indagati, accusati di associazione mafiosa e concorso esterno in associazione mafiosa. Tra le accuse anche estorsione, traffico di droga, detenzione illegale di armi e munizioni, concorso in trasferimento fraudolento di valori: tutti reati aggravati dal metodo mafioso. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania, hanno consentito di portare alla luce le recenti evoluzioni delle dinamiche interne al clan, individuandone i vertici.

ESTORSIONI E USURA

Dall’indagine sono emersi inoltre un vasto giro di estorsioni ai danni di imprenditori catanesi, un fiorente traffico di stupefacenti e un sistema di recupero crediti attraverso prestiti a usura e l’intestazione fittizia di attività economiche. I proventi venivano utilizzati sia per il mantenimento delle famiglie degli affiliati detenuti che reinvestiti in altre attività economiche. L’operazione, denominata ‘Sangue Blu’, ha visto impegnati 250 militari.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-28T09:16:11+01:00