Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comune di Genova si costituirà parte civile nel processo per il crollo del Ponte Morandi

Genova-ponte-morandi-5
L'assessore Rosso: "L'atto sarà presentato nell'udienza preliminare del 15 ottobre"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Il Comune di Genova si costituirà parte civile nel processo per il crollo di Ponte Morandi. “L’avvocatura sta predisponendo l’atto di costituzione che verrà presentato all’udienza preliminare del 15 ottobre”. Lo annuncia l’assessore agli Affari legali, Lorenza Rosso, rispondendo in consiglio comunale a un interrogazione del pentastellato Stefano Giordano.

“Evviva! Dopo mesi di risposte inevase e di vergognose trappole in consiglio comunale pur di metterci il bavaglio e minare la democrazia dell’aula consiliare, oggi è arrivata l’agognata risposta- commenta l’esponente del Movimento 5 Stelle- ci prendiamo questo merito perché è davvero tutto del M5s che, dopo aver depositato interrogazioni, mozioni, ordini del giorno e richiesto persino consigli monotematici per affrontare la delicatissima questione, ha sbarrato la strada ad accordi privati nelle segrete stanze”.

Giordano ribadisce che “abbiamo vinto una battaglia importantissima per la città e i suoi cittadini. Abbiamo messo alle strette un sindaco che per oltre 120 giorni ha detto tutto e il contrario di tutto. Un sindaco che oggi non si è nemmeno degnato di rispondere nel merito e ha delegato un suo assessore”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»