Turismo, Lepore: “A Bologna alberghi sold out fino a Natale”

bologna_citta_centro
Oggi intanto in città sbarcano due nuove mostre, quella su Andy Warhol e 'Mucha'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Mentre oggi sbarcano due nuove mostre, “Warhol and friends. New York negli anni ’80” e “Mucha”, a Bologna “siamo già sold out negli alberghi fino a Natale“. L’annuncio arriva dall’assessore comunale alla Cultura, Matteo Lepore proprio alla presentazione della prima delle due temporanee, che apre al pubblico domani a Palazzo Albergati.

Accanto a lui anche il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini a stimare un 2018 da record nel territorio regionale con circa 60 milioni di turisti. Negli ultimi tre anni, spiega, c’è stato un salto da 45 a 57 milioni in Emilia-Romagna, e già solo nei primi sette mesi del 2018 gli arrivi sono a +10% e le presenze a +9%. E se 40 milioni sono quelli che vanno sulla costa, aggiunge, “il resto sono nelle città d’arte, nei borghi antichi, alle terme e in tanti luoghi della regione”, grazie anche al fatto che “cultura e benessere sono due grandi attrattori”.

Dall’1 ottobre, poi, prosegue il governatore, partirà una campagna basata sul riconoscimento arrivato all’Emilia-Romagna dalla Lonely Planet che l’ha definita “Best destination in Europe” per il 2018, grazie “proprio alla sua pluralità di eccellenze”, conclude.

Leggi anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»