Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Def, Padoan: “Vanifica sforzi di anni, procedura Ue sarà automatica”

"Dal punto di vista della finanza pubblica questo Def rischia di vanificare gli sforzi fatti in passato per l'aggiustamento della finanza pubblica"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Questo Def rischia di vanificare gli sforzi fatti in passato per l’aggiustamento della finanza pubblica“. Così il deputato del Pd ed ex ministro Pier Carlo Padoan, parlando con i cronisti alla Camera sul Def.

“Dal punto di vista dei contenuti ci sono cose strane- continua- non si parla di occupazione, l’ho sentita associata solo allo spazio che sarebbe lasciato libero dalle pensioni con la riforma della Fornero e non c’è alcun incentivo al lavoro perchè il reddito è un incentivo a non lavorare”.

“Osservo- insiste Padoan- che con il 2,4% di deficit mantenuto per 3 anni l’aggiustamento strutturale si allontana in misura significativa oltre che incidere sulla dinamica del debito”.

Secondo l’ex ministro la procedura di Bruxelles è inevitabile: “Sarebbe come un poliziotto che vede la macchina passare con il rosso senza fare nulla, la sanzione è un fatto automatico”. Detto ciò, “a seguito del giudizio che l’Europa darà, saranno i mercati a esprimersi, quindi ancora non ci siamo fermati”. Sarà allora che “lo spread potrà assumere una dinamica che rapidamente va fuori controllo”.

Padoan parla infine della manifestazione del Pd di sabato: “E’ possibile fare del bene al paese senza violare in modo così volgare i vincoli di bilancio e mettere a rischio la sostenibilità del paese”.

LEGGI ANCHE:

Salvini: Abolire povertà? Magari anche i pareggi del Milan, ma non si può

Il Pd lancia #pagailpopolo contro la manovra di Salvini e Di Maio

Manovra, Di Maio: “Aumenta lo spread? Non sono preoccupato”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»