Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, tenta furto auto ma rimane chiuso dentro e chiama la polizia

L'uomo si e' intrufolato nel mezzo e ha sentito le portiere dell'auto chiudersi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Se fai il ladro e sei costretto a chiamare la Polizia, vuol dire che qualcosa nel tuo piano e’ andato storto. Ne sa qualcosa l’uomo che ieri sera poco prima di mezzanotte, mentre tentava di rubare un’auto in via Giuseppe Tomasi di Lampedusa, in zona Eur, e’ rimasto chiuso dentro il mezzo. L’ uomo, un italiano di 52 anni, D.F., con una lunga lista di precedenti per furto si e’ intrufolato nell’auto, un suv, e dopo aver iniziato a frugare, ha sentito le portiere dell’auto chiudersi. A quel punto, resosi conto di essere rimasto prigioniero, e’ stato preso dal panico e ha attirato l’attenzione di una passante, alla quale ha chiesto di chiamare la Polizia. Sul posto sono intervenuti gli uomini del Commissariato Esposizione, diretto da Filiberto Mastrapasqua, che hanno liberato il ladro dalla prigione in cui si era chiuso. “Stavamo giocando con degli amici ubriachi e mi hanno ficcato qui dentro”, e’ stata la versione che ha dato agli agenti. Giustificazione apparsa da subito poco credibile visto che sul sedile del suv erano sparpagliati diversi oggetti da scasso. Rintracciato il proprietario, l’auto e’ stata aperta. L’uomo e’ stato arrestato e condotto in tribunale per rispondere davanti al giudice dei testi contestati.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»