Manovra, Rossi: “Con Di Maio e Salvini l’Italia farà la fine della Grecia”

Per il governatore della Toscana i due vicepremier sono "governanti irresponsabili"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – “Hanno deciso di portare l’Italia alla rovina. Il debito aumenterà e costerà di più. Gli italiani prima o poi dovranno pagarlo, obbligati a finanziare la campagna elettorale per le europee a Salvini e Di Maio, governanti irresponsabili stretti da un patto di potere, interessi e valori”. Lo sostiene in un post su Facebook il presidente della Regione Toscana ed esponente di Leu, Enrico Rossi, commentando i contenuti del Def.

Leggi anche: Deficit al 2,4% per 3 anni, la tenaglia Di Maio-Salvini stritola Tria

“Si poteva decidere lo stesso di cambiare la legge Fornero e di combattere la povertà- aggiunge-, facendo pagare i ceti alti e mettendo una patrimoniale per i più ricchi e sui grandi capitali. Si poteva decidere anche di far crescere gli investimenti e il lavoro, di finanziare di più sanità, scuola e ricerca, puntando sul futuro. Invece si è scelto di mettere la flat tax, favorendo i più abbienti, e di fare un ennesimo condono per gli evasori“.

Il governo del cambiamento, accusa Rossi, “spende à gogo denaro che non possiede, come i peggiori governi democristiani della prima repubblica. Su questa strada- avverte- l’Italia finirà come la Grecia, a pagare di più saranno i giovani, i lavoratori, i ceti medi. La finanziaria del popolo, purtroppo, danneggerà soprattutto il popolo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»