Tragedia su volo Alitalia, muore bimba libanese di 2 anni

La bambina sarebbe stato coltA da attacco cardiaco su volo Beirut - Roma. L'aereo ha effettuato atterraggio d'emergenza a Bari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Tragedia sul volo Alitalia decollato da Beirut e diretto a Roma dove una bambina libanese di due anni è morta, probabilmente colta da una crisi cardiaca durante il viaggio. L’aereo ha effettuato un atterraggio di emergenza nell’aereoporto di Bari-Palese.

“Siamo intervenuti questa mattina intorno alle sette, più o meno, ma per la piccola non c’era più qualcosa da fare per salvarla”, dice un operatore del 118 di Bari.

Il personale di bordo ha prestato i primi soccorsi ma le condizioni della piccola sono da subito sembrate disperate. L’atterraggio di emergenza a Bari e l’arrivo del personale medico del 118 non hanno potuto salvarla.

BIMBA MUORE IN VOLO: ERA IN VIAGGIO PER CURARSI

Era partita da Beirut, in Libano, per raggiungere l’Italia con la speranza di guarire la piccola deceduta a bordo dell’aereo Alitalia dove viaggiava con la sua famiglia ed una infermiera della Croce Rossa. È stata proprio la donna la prima a soccorrerla quando ha avuto un malore mentre era in volo diretta a Roma, all’ospedale pediatrico Bambino Gesù. Per la bambina, una grave patologia ai reni, però non c’è stato alcunchè da fare: è morta.

A nulla sono valsi l’atterraggio di emergenza a Bari e l’arrivo di un’ambulanza del 118: i medici hanno continuato a rianimarla senza risultato. In considerazione della malattia della bambina, i medici legali hanno comunicato alla procura che non ritengono necessaria l’autopsia.A

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»