Ilva, i sindacati chiedono incontro urgente a Di Maio

"In mancanza di un sollecito riscontro vi annunciamo che metteremo in campo una iniziativa di mobilitazione dell’interno gruppo Ilva e del suo indotto".
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Una lettera di poco più di dieci righe, densa però di fretta e urgenza. La lettera che i segretari generali di Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm e Usb hanno firmato è indirizzata al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e al ministro per lo Sviluppo economico, Luigi di Maio. E ha un oggetto chiaro: ‘Ilva, richiesta incontro urgente’, si legge.

Dopo il parere di Avvocatura e Anac e le parole del vicepremier Di Maio, i sindacati richiedono “una convocazione urgentissima per conoscere le decisioni del governo”.

“La strategicità del gruppo per il nostro sistema Paese e il futuro di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie, richiedono decisioni da parte del governo in tempi stretti- è scritto – è opportuno chiarire se Arcelor Mittal ha acquisito Ilva attraverso una gara legittima o meno”.

La chiosa è minacciosa: “In mancanza di un sollecito riscontro vi annunciamo che metteremo in campo una iniziativa di mobilitazione dell’interno gruppo Ilva e del suo indotto”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»