hamburger menu

Martone in sala il 19 febbraio 2023 con il docu-film su Troisi

L'uscita cade in occasione del 70esimo anniversario della nascita del grande attore

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Il 19 febbraio 2023 in occasione del 70esimo anniversario della nascita dell’indimenticabile Massimo Troisi uscirà nelle sale ‘Laggiù qualcuno mi ama’, il docu-film omaggio al grande artista diretto da Mario Martone.

LA STORIA

Tramite contenuti, documenti inediti e le testimonianze di colleghi e amici il film – scritto da Martone e Anna Pavignano, compagna di vita e di lavoro dell’interprete napoletano – mira a raccontare la genialità e il mito di Troisi. Una produzione Indiana in associazione con Vision Distribution e Medusa Film, il docu-film sarà distribuito in Italia da Medusa e Vision e nel mondo da quest’ultima.

MEDUSA E VISION INSIEME PER RICORDARE TROISI

“L’incontro di due napoletani di rango, Massimo Troisi e Mario Martone, con l’aiuto della sceneggiatrice e compagna di Troisi Anna Pavignano, darà vita a un film emozionante e di alto profilo. Medusa Film e il gruppo Mediaset hanno creduto subito in questo progetto cinematografico che attraverso contenuti e testimonianze inedite traccerà un ritratto originale dell’attore napoletano per rendere ancora più universale la sua popolarità non solo per il pubblico che lo ha visto e conosciuto ma anche per le nuove generazioni”, ha dichiarato Giampaolo Letta, vice presidente e amministratore delegato Medusa Film. Entusiasmo condiviso anche da Massimiliano Orfei, amministratore delegato Vision Distribution: “Siamo felici e orgogliosi di portare al cinema la storia di Troisi, raccontata da un grande autore come Mario Martone. I ricordi preziosi di Anna Pavignano renderanno questo film un’esperienza unica per lo spettatore. Insieme a Indiana e Medusa cercheremo di garantire a questo prestigioso progetto la distribuzione migliore, celebrando uno dei più grandi artisti che il nostro paese abbia mai avuto”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-28T18:15:26+02:00