Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Obama diventa ‘partner strategico’ della Nba in Africa

obama
Obama "avrà una quota di minoranza che nel tempo intende utilizzare per sostenere i giovani della sua fondazione e programmi di formazione di leader in Africa"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Barack Obama diventa “partner strategico” della Nba in Africa: l’annuncio è giunto con un video dell’ex presidente americano, nel quale si riferisce che l’impegno prenderà la forma di programmi e interventi con taglio sociale. La Nba, acronimo di National Basketball Association, ha riferito che Obama “avrà una quota di minoranza che nel tempo intende utilizzare per sostenere i giovani della sua fondazione e programmi di formazione di leader in Africa”.

La prima edizione della Basketball Africa League (Bal), un campionato voluto e promosso dalla Nba, si è tenuta a maggio. A sfidarsi nella capitale ruandese Kigali sono state squadre provenienti da 12 Paesi. Nel video, diffuso dalla lega americana, Obama sottolinea che “in Africa il basket può promuovere opportunità, benessere e empowerment”. Obama aggiunge: “Anche se non avevo il talento per giocare ai livelli più alti, la pallacanestro ha informato la mia vita; mi ha insegnato a lavorare duro, a competere, a essere parte di una squadra”. Due anni fa l’ex presidente aveva inaugurato un campo da pallacanastro a Kogelo, il villaggio keniano del quale era originario il padre.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»