Salvini senza mascherina né distanziamento, ma il ‘suo’ partito raccoglie fondi contro l’emergenza Coronavirus

Sul sito di 'Liga veneta per Salvini premier' campeggia un banner per raccogliere fondi, proprio nei giorni in cui il leader del Carroccio ignora le misure di sicurezza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le parole d’ordine per arginare il diffondersi del Covid19 sono mascherina e distanziamento fisico. Entrambe ignorate dal leader del Carroccio Matteo Salvini, che, proprio ieri, è stato protagonista al Senato del rifiuto ad indossare la mascherina al grido di: “Io non ce l’ho, non me la metto”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | No alla mascherina, la ‘protesta’ di Salvini in Senato

L’occasione era il convegno ‘Covid-19 in Italia, tra informazione, scienza e diritti’, in cui ha avuto luogo il discusso intervento del tenore Andrea Bocelli, strenuo contestatore del lockdown.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Bocelli: “Umiliato e offeso, ho violato il lockdown”

Non solo. Nelle ultime settimane Salvini è stato spesso protagonista di assembramenti in concomitanza del suo tour elettorale, che ha toccato varie regioni, dalla Toscana alla Puglia. Sempre senza mascherina, spesso in contatto fisico con orde di sconosciuti.











Previous
Next

Curiosamente, però, la Liga veneta per Salvini premier è attivamente impegnata nella raccolta fondi proprio contro l’emergenza Coronavirus, come si può leggere nell’enorme banner che campeggia sul sito dell’associazione con tanto di Iban per donazioni destinate alla Regione Veneto.

Fondi che serviranno, si presume, a organizzare le cure per chi è stato contagiato da chi non indossa la mascherina né rispetta il distanziamento fisico. Cortocircuito.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»