A Napoli sequestrate 42 tonnellate di rifiuti speciali diretti in Africa

Avrebbero fruttato proventi per oltre 150mila euro. 12 persone denunciate
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – Rifiuti speciali pericolosi e non, per un peso totale di circa 42 tonnellate, stipati in 4 container destinati in Nigeria e Burkina Faso sono stati sequestrati nel porto di Napoli nell’ambito di operazioni condotte da funzionari di Agenzia Dogane e Monopoli in servizio all’Ufficio delle Dogane di Napoli 1 assieme a militari del II Gruppo della guardia di finanza di Napoli. Sulla base della documentazione accompagnatoria, i container avrebbero dovuto contenere, invece, effetti personali e masserizie invece al loro interno sono stati rinvenuti, occultati da auto e da fusti contenenti indumenti usati ed in pessimo stato di conservazione, un ingente quantitativo di elettrodomestici e pneumatici fuori uso, balle di indumenti e scarpe non sanificati, nonche’ 175 batterie per auto ed accumulatori per ripetitori telefonici non dichiarati e verosimilmente rubati. I rifiuti speciali avrebbero fruttato proventi per oltre 150mila euro. Per falsita’ ideologica, traffico illecito di rifiuti, ricettazione e violazioni al Testo unico ambientale sono state denunciate 12 persone: quattro italiani, due nigeriani, due ghanesi, un burkinabe’ e tre togolesi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»